Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Addiopizzo, il programma per salvare piazza Magione
«Ora non basta più solo accompagnare alla denuncia»

Un ricco calendario di eventi che, a partire da domani, copriranno tutto il 2018 e terranno impegnati i ragazzi e le famiglie dello storico quartiere palermitano con iniziative, laboratori, gite in volo e pellicole al cinema. Daniele Marannano: «L’obiettivo è scoprire e vivere la città da una dimensione diversa da quella quotidiana»

Silvia Buffa

«Dentro e fuori la piazza la cultura è per tutti». Questo lo slogan scelto per il ciclo di appuntamenti pensati e promossi da Addiopizzo per i ragazzi di piazza Magione, luogo simbolo di Palermo destinatario da tempo di una mirata azione di riqualificazione da parte dei volontari dell’associazione antiracket. Le iniziative partiranno domani 8 aprile: alcuni ragazzi e famiglie di piazza Magione faranno un giro a bordo di un autobus scoperto per il centro storico della città con Open Artout, raggiungeranno poi Monreale alla scoperta del Duomo e poi ancora in direzione del Convento dei Cappuccini e delle Catacombe. «Non è più sufficiente accompagnare i commercianti a denunciare, se non si agisce per rimuovere le sacche di povertà educativa e di degrado sociale che alimentano malcostume, illegalità diffusa e codici culturali mafiosi», afferma Daniele Marannano di Addiopizzo, a proposito del significato assunto dalle iniziative pensate per i quartieri più a rischio.

«Il senso di questo percorso, insieme a diversi partner, è quello di consentire ai ragazzi con cui operiamo di scoprire e vivere la città da una dimensione diversa da quella quotidiana di piazza Magione - spiega -. Anche questo può essere il senso di Palermo capitale della Cultura». Il programma, costruito in rete con enti artistici, scientifici, culturali, religiosi ed economici coprirà tutto il 2018, sino a novembre. A promuovere e sostenere gli appuntamenti col proprio contributo saranno anche diversi partner d’eccezione: dal Teatro Biondo all’Orto Botanico, e ancora il Teatro Massimo, la Lega Navale, il Parco Uditore e il cinema multisala Metropolian. «Si tratta di un ulteriore momento di coinvolgimento del Teatro Massimo in attività che si svolgono all’interno del tessuto cittadino, a fianco di associazioni importanti che da tempo sono presenti con la loro azione sul territorio», commenta anche Francesco Giambrone, sovrintende del teatro di piazza Verdi.

«L’obiettivo - prosegue - è quello di dare al Teatro Massimo il senso più ampio di un teatro di comunità che è attento ai bisogni della città, andando incontro in particolare alle fasce giovani. Con l’obiettivo finale di rafforzare il rapporto tra le parti della città e il Teatro Massimo, facendo conoscere la realtà del teatro quale luogo dove si costruisce cultura, per le sue potenzialità di lavoro nel campo dello spettacolo dal vivo e di catalizzatore delle attività culturali». Il secondo appuntamento è fissato invece per il 28 aprile, Sopra le barriere: un giorno da piloti: i ragazzi di piazza Magione saranno protagonisti, insieme ai volontari di Addiopizzo e ai piloti dell'Aero Club Palermo, di una giornata di volo nello storico aeroporto di Boccadifalco. Un’occasione per guardare la propria città dall'alto e poter osservare con occhi diversi la realtà che li circonda. Alla fine del volo, riceveranno anche il certificato di battesimo dell’aria.

Attività, iniziative e laboratori saranno realizzati dentro e fuori la piazza, sulla scia dello slogan scelto per l’iniziativa. Puntando soprattutto alla riqualificazione sociale, culturale e umana dei luoghi di Palermo, a partire da quella piazza Magione che i giovani amano affollare soprattutto d’estate. «Nonostante gli sforzi quotidiani di cittadini, volontari, associazioni e scuole, anche piazze come la Magione e quartieri come la Kalsa non si sottraggono a tale stato di degrado», scrivono i volontari di Addiopizzo, che non a caso proprio a piazza Magione hanno realizzato le prime fiere del consumo critico e l’investimento collettivo-area giochi, nata da un percorso di progettazione partecipata con associazioni del quartiere e la scuola Ferrara; oltre al percorso di inclusione sociale ed educativo avviato da quasi due anni con ragazzi che vivono nel quartiere.

Due gli appuntamenti di aprile: oltre alla gita aerea, i ragazzi assisteranno al Teatro Biondo a La scortecata, una storia diretta da Emma Dante. A maggio invece si cimenteranno in laboratori di giardinaggio all'Orto Botanico. A giugno si spostano al Teatro Massimo, che potranno visitare in lungo e in largo con una guida, e qui assisteranno alle prove e agli spettacoli che andranno in scena nei mesi a venire. Pausa a luglio, ma si ricomincia ad agosto: saliranno a bordo di Azimut, la barca a vela di 12 metri sequestrata nella lotta all'immigrazione clandestina. A ottobre l'appuntamento sarà al cinema di viale Strasburgo, mentre a novembre si divideranno fra la piantumazione di nuovi alberi al Parco Uditore e la fiera del consumo critico di Addiopizzo, alla volta dei laboratori creativi a cui li sottoporranno gli espositori.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews