Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ficus, via lavori di piantumazione per sostituirlo
«Indignazione rimane, non basta per rimediare»

Oggi l'annuncio dell'amministrazione comunale che fa sapere di stare già provvedendo alla sostituzione con nuovi arbusti dell'albero abbattuto il 9 marzo scorso. La nota del Comune arriva dopo che ieri c'è stata la veglia durante la quale tanti cittadini hanno manifestato in favore della tutela del patrimonio arboreo della città

Stefania Brusca

Continua a tenere banco la vicenda del Ficus abbattuto il 9 marzo scorso. Dopo che ieri sera sono stati in tanti a recarsi a manifestare ieri sera per la difesa del patrimonio arboreo della città durante l'iniziativa Addio amico albero portata avanti da diverse associazioni e cittadini che aderiscono a Sos emergenza alberi. Oggi intanto il Comune di Palermo che ha rimosso l'arbusto «per motivi di sicurezza» informa che sono stati avviati i lavori per la messa a dimora nel prato del Foro Italico del primo dei nuovi alberi compensativi del Ficus elastica che ribadisce nella nota «è stato necessario abbattere» venerdì scorso. Il settore del Verde, fanno sapere dall'amministrazione comunale, ha provveduto all'avvio delle operazioni di scavo e attende, probabilmente già domani, di conoscere dalla Soprintendenza per i Beni Culturali il parere sul nuovo albero da piantumare. Dove sorgeva il ficus ora c'è una panchina. 

Ma per il Comitato Bene Collettivo, uno dei soggetti coinvolti nell'organizzazione dell'iniziativa di ieri, questo non basta a risanare ciò che è stato fatto: «Non può bastare. Niente potrà compensare quello che hanno fatto. Si tratta di una farsa, un gioco di apparenze - afferma Fabio Alfano, co-coordinatore del Comitato per il Bene Collettivo -. Abbattono un albero di quella portata in modo drastico, poi rimuovono quanto rimasto ieri mattina, probabilmente per evitare che si creassero pellegrinaggi di cittadini e stamattina si parla di piantumare nuovi alberi. Ribadisco ci sembra una farsa. E ripeto questo avviene a poche settimane dalla diffida al Comune della settimana scorsa che voleva impedire l'abbattimento di nuovi alberi. Perché dovremmo essere contenti?».

«Ieri alla manifestazione c'erano tante persone quindi penso che la sensibilizzazione su un tema come questo sia aumentata - aggiunge Alfano - anche se si è parlato di tentativi di dialogo tra l'amministrazione comunale e i cittadini l'indignazione rimane, stanno cercando di metterci una pezza. La situazione continua a essere molto grave».   

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email