Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Diverse visioni, il teatro visto e discusso dai migranti
«Contro l'idea dello straniero come fruitore passivo»

Da un'idea di Margherita Ortolani, è partito il progetto che vede una volta al mese dieci ragazzi provenienti dalle comunità alloggio assistere agli spettacoli del Biondo, per poi parlarne insieme e scrivere le loro impressioni. «Così da offrire un punto di vista diverso e significativo per l'arricchimento culturale della città»

Alessia Rotolo

«Siamo convinti che la nostra cultura sia intoccabile e inviolabile, questo percorso deve servire a noi occidentali per metterci in discussione». Risponde così Vito Bartucca, attore e burattinaio palermitano, per spiegare la genesi di Diverse visioni. Un progetto ideato insieme a Margherita Ortolani, attrice e drammaturga, che prevede un nuovo modo di inclusione sociale dei migranti e cioè facendoli avvicinare alla cultura e in particolare al teatro.

Il progetto è ideato dall’associazione culturale BLITZ, da anni impegnata in un progetto di formazione teatrale per giovani attori inconsapevoli nella città di Palermo, e prevede un invito a teatro: così circa una volta al mese dieci ragazzi provenienti dalle comunità alloggio per stranieri, insieme alle due guide, vanno a vedere gli spettacoli in cartellone al Teatro Biondo per poi parlarne insieme e scrivere le loro impressioni.

Il progetto nasce da un'idea di Margherita Ortolani che nel 2017 è tra le guide artistiche scelte da RavennaTeatro/Teatro delle Albe per il progetto S.T.E.Y SENEGAL (synergies, training, women, youth): progetto di incontro, scambio e cooperazione artistica tra l’Italia, la città di Dakar ed il villaggio di Diol Kadd in Senegal. Diverse visioni, all'interno di un progetto più ampio, è autofinanziato e si svolge in collaborazione con il Teatro Biondo Palermo, che ha messo a disposizione alcuni biglietti per gli spettacoli della stagione 2017/2018, il coworking Moltivolti, che ospita gli incontri di redazione e discussione e diventa ancora una volta cuore pulsante di integrazione, e Artemigrante Palermo che nel cuore di Ballarò crea spazi di condivisione per la creazione di relazioni umane. «C'è da fare ancora molto in questa città a proposito di accoglienza e integrazione» aggiunge Vito Bartucca.

«Diverse visioni sperimenta ed esplora il teatro come formula di accoglienza - si legge nel sito di Blitz -. Un processo inclusivo dedicato a giovani migranti. Accoglienza: sentirsi “parte di", il teatro sia come luogo fisico, sia come spazio culturale, rappresenta una via di accesso privilegiata a quelle che sono abitudini, ambizioni o abissi di un determinato vivere sociale. Sentirsi accolti o invitati come “parte di” (un pubblico, un orizzonte ideale di interlocuzione) può essere un buon modo per cominciare ad interagire con una società che non si conosce, invertendo la tendenza a pensare allo straniero come al fruitore passivo di ciò che viene proposto».

«Ci è sembrato che entrare a contatto - continua la nota -  con le pratiche sociali di una città fosse buon modo per cominciare a sentirsi "parte di", ma anche per rafforzare la fiducia nella possibilità di esprimere il proprio punto di vista. Obiettivo del progetto è anche quello di far nascere uno spazio scritto: una rivista multilinguistica scritta dai migranti sugli spettacoli visti, una nuova possibilità di espressione a budget ridottissimo, che dia voce e metta in circolo punti di vista diversi». 

Un progetto che va oltre la semplice accoglienza, anzi si potrebbe definire un'accoglienza 2.0, dove si immagina che i giovani migranti in città possano offrire un punto di vista diverso e significativo per l'arricchimento culturale della città.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×