Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

A rischio il centro dedicato alle donne dello Zen
Via a raccolta fondi: «Non ci possiamo fermare»

Facciamo spazio è la campagna di fundraising lanciata per non perdere i traguardi raggiunti in tre anni dalle operatrici e dalle giovani e meno giovani donne del quartiere. La volontà è di continuare a svolgere molteplici attività e a tutti i livelli: dalle gite ai corsi pre-parto fino alla preparazione agli esami scolastici

Stefania Brusca

Un processo lento, graduale, ma che porta i suoi frutti. Negli ultimi tre anni, accanto all'attività rivolta a bambini e ragazzi nel quartiere San Filippo Neri, l’associazione Handala ha aperto, grazie al sostegno di una Fondazione, un centro rivolto alle donne dello Zen 2. 

Adesso però la Fondazione ha deciso di interrompere il finanziamento e cambiare strategia di intervento e tutto quello che nei mesi sono riuscite a costruire le operatrici del centro insieme alle donne del quartiere rischia di andare perduto e non sarà possibile per loro raggiungere altre donne. Al centro infatti servono diecimila euro per sopravvivere nei prossimi mesi. I bandi e i progetti ai quali l'associazione ha aderito infatti non partiranno che da giugno prossimo. Per questo ieri al Magneti Cowork di via Amari è partita la raccolta fondi a sostegno di questo processo di cambiamento in atto in uno dei quartieri più difficili della città. 

« Dal 2008 lavoro allo Zen che conta circa 15mila abitanti: più della metà sono donne. Ci sono donne di ogni genere, ce ne sono tante che sono emancipate, che riescono anche a fare fronte a situazioni limite, come episodi di violenza. Ma ce ne sono tante altre che hanno bisogno di essere sostenute, che tendenzialmente stanno sempre a casa da sole, che non hanno rapporti se non con membri della loro famiglia», spiega Lara Salomone coordinatrice del centro. Le operatrici lavorano in strada, bussando alle porte di queste donne, sperando piano piano di instaurare un rapporto: «Durante le prime tre-quattro visite restiamo sulla soglia a chiacchierare - ripercorre Salamone - se ci invitano a prendere un caffè per noi è una conquista. Se poi escono di casa e vengono anche al centro per fare qualche attività abbiamo raggiunto un ulteriore traguardo. Tendenzialmente c'è molta resistenza da parte loro». 

Poi racconta un episodio che l'ha particolarmente colpita: «Una ragazza durante il colloquio mi ha detto "sai mio marito non è violento, certo se deve spiegarmi qualche cosa uno schiaffo me lo dà"». Il centro nasce  quindi «per avere uno spazio di parola dove raccontare, ascoltare e ascoltarsi - spiega ancora - Dove costruire la propria autostima e fare dei progetti. Si tratta di madri che poi educano i figli coscienti delle proprie convinzioni e capacità». 

Ogni settimana per quattro giorni l’apertura di questo posto è stata un punto di riferimento per le donne, le ragazze e per i servizi educativi e sanitari. Al centro in tante partecipano a corsi di ginnastica e yoga, a laboratori teatrali e di sartoria e di cucina, a incontri di lettura, gite, mostre, corsi pre-parto.  Le operatrici del centro hanno strutturato il loro lavoro a partire dai bisogni, creando relazioni e collaborazioni con la scuola media e insieme alle insegnanti cercano di sensibilizzare e informazione sugli stereotipi di genere, proiezioni, orientamento, preparazione agli esami scolastici.

«Allo Zen 2 abbiamo iniziato da tre anni con le attività quotidiane - conclude Salamone - ma ci sentiamo quasi all'inizio, non ci possiamo fermare e per questo chiediamo il supporto di tutti quanti». Da lunedì sarà possibile donare attraverso una pagina web facciamospazio.org o dalla pagina Facebook dell'associazione Hanadala. 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×