Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Servizi Disabili, i Cobas rispondono a Currao
«Accuse vergognose, bando di gara è illegale»

Da questa mattina i lavoratori sono davanti a Palazzo Comitini per contestare il bando che è allo studio della Commissione ad hoc. Ieri erano i manifestanti erano entrati negli uffici e i lavori erano stati interrotti. Guarda il video

Manlio Melluso

Protestano da questa mattina davanti a Palazzo Comitini, sede della Città Metropolitana, gli assistenti degli alunni disabili del capoluogo  della provincia che aderiscono ai Cobas. Sono quelli che si occupano dell'assistenza igienico sanitaria ai ragazzi con disabilità degli istituti superiori del Palermitano, contrari al bando allo studio della commissione che sta valutando le offerte delle cooperative. Troppo poche le unità previste, secondo il sindacato, contrario anche all'ingresso nel bacino dei collaboratori scolastici.

Ieri i lavoratori si erano resi protagonisti di una protesta nei locali in cui si era riunita la commissione, che in seguito all'ingresso negli uffici dei manifestanti aveva interrotto i lavori. Il segretario generale della Città Metropolitana di Palermo Salvatore Currao aveva diramato un comunicato in cui parlava di «gravi disagi agli studenti e alle loro famiglie». 

Oggi la replica dei Cobas, con una dura presa di posizione:  «Rigettiamo con sdegno gli sporchi tentativi della Città Metropolitana di Palermo di criminalizzare i precari Assistenti ai disabili e i genitori che stanno lottando più che legittimamente contro l'attacco pesante ai diritti degli studenti disabili e dei lavoratori sferrato dal palazzo con la svendita del servizi di assistenza. Tutti I dirigenti della Città Metropolitana sono pienamente responsabili della gravissima interruzione di pubblico servizio da gennaio dell'anno scorso - dichiarano i lavoratori dei Cobas - e per questo genitori e lavoratori li hanno già denunciati in Questura. Pertanto non hanno nessuna legittimità a lanciare accuse contro i precari che in una gara pubblica - proseguono - avevano ieri tutto il diritto di assistere e esprimere il loro dissenso, visto che la gara è assolutamente illegale con l'introduzione dei collaboratori scolastici, fregandosene delle indicazioni ufficiali dell'Ufficio scolastico regionale della Sicilia che ha dato parere favorevole sul reclutamento dell'intero bacino degli assistenti specializzati».

Poi gli strali diretti verso il segretario generale della Città Metropolitana: «Le accuse del dirigente Currao contro precari e lavoratori di questa organizzazione sindacale, lette sui giornali di oggi - dichiarano i lavoratori Cobas - sono solo vergognose e le rimandiamo al mittente. Che hanno invece da dire dai palazzi, artefici di licenziamenti illegali e di attacchi alle famiglie, in merito alle precarie assistenti spintonate malamente ieri e di cui una è svenuta a terra? - si chiedono sarcasticamente - Noi continuiamo a lottare e oggi saremo di nuovo in piazza perché la difesa del diritto allo studio e del diritto al lavoro è necessaria non rinviabile». 

La protesta, dunque, continua. Intanto una delegazione degli assistenti ai disabili attende di essere ricevuta da Currao e dal segretario particolare del sindaco della Città Metropolitana Orlando, Diego Bellia. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews