Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Villa Turrisi, oggi presidio dei volontari 
«Aprire al pubblico un pezzo di parco»

L'associazione chiede di rendere fruibile ai cittadini l'area di proprietà comunale in corrispondenza di un troncone dell’ex ferrovia tra via da Vinci e via Di Blasi. Al sit-in ha partecipato anche il Wwf. Marino: «Scriveremo ai privati entro la fine della legislatura»

Foto di: ASSOCIAZIONE PARCO VILLA TURRISI

Foto di: ASSOCIAZIONE PARCO VILLA TURRISI

Un sit-in per chiedere l’apertura del primo nucleo di parco Villa Turrisi si è tenuto stamattina in via Leonardo da Vinci, tra via Politi e via Ruggeri. A organizzarlo sono stati i volontari dell’omonimo comitato, che si sono dati appuntamento alle 10, con tanto di musica dal vivo, insieme ai rappresentanti di alcune delle decine di associazioni, Wwf in primis, che da anni chiedono a gran voce l’istituzione del nuovo polmone verde, inserito nello schema di massima del piano regolatore Palermo 2022, attraverso petizioni online e iniziative di ogni tipo. All’iniziativa ha partecipato anche l’assessore all’Ambiente Sergio Marino.

Il presidio dell'associazione Parco Villa Turrisi

Sono già cinquemila i firmatari della sottoscrizione online (comprese AddioPizzo, Italia Nostra, Libera, Arcigay, la Protezione Civile, la Fiab) e la data scelta per il presidio non è casuale perché ormai da vent’anni maggio è il mese della festa del quartiere. Attualmente Villa Turrisi è un puzzle in via di (difficile) definizione: i terreni sono in buona parte privati anche se sottoposti a vincoli paesaggistici e idrogeologici ma sono attraversati da due canali coperti e da una ex strada ferrata, che sono aree pubbliche. 

L’associazione Parco Villa Turrisi chiede «che vengano messe nella disponibilità dei cittadini queste aree già pubbliche. Poter attraversare un parco, sebbene privato, è un innegabile beneficio per chiunque». In particolare con il presidio di stamattina propone «l'apertura dell'area che appartiene a un troncone dell’ex ferrovia che va da via Leonardo da Vinci a via Giovanni Evangelista Di Blasi fino a via Agordat». Pietro Ciulla del Wwf Sicilia, invece, si dice «preoccupato per l’occupazione abusiva di alcune aree con recinzioni improprie».

L’ultimo aggiornamento sull’iter burocratico risale a fine marzo, quando l'amministrazione comunale stava ultimando i sopralluoghi sul tracciato ferroviario e la stesura del concorso di progettazione per la greenway che collegherà Palermo e Monreale. I fondi per l'opera sono inseriti nel Patto per Palermo. «La procedura di creazione del parco - spiega Marino - è complicata e deve essere curata nei minimi dettagli altrimenti rischia di esporsi alla contestazione dei privati che indebolirebbe la procedura di riacquisizione delle aree. Garantisco che entro la fine della legislatura partirà la lettera al soggetto privato affinché restituisca l’area o quantomeno tolga il cancello o metta un nuovo lucchetto le cui chiavi saranno in possesso del Comune». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews