Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Gli Accomando e la loro bancarella di calia e simenza
«Al Festino da 70 anni, è rimasto l'ultimo banco dipinto»

Tra pannelli dipinti dall'artista Onofrio Ducato che ritraggono Santa Rosalia, San Giorgio che uccide il drago, ma anche Orlando e Rinalno, fino a Garibaldi che incontra a Teano Vittorio Emanuele II, i venditori di frutta secca sono diventati un'icona dei festeggiamenti della santa patrona di Palermo. Guarda le foto

Alberto Palazzolo

Tra Paladini, Santi e Re, vivono le loro giornate Giuseppe Accomando, 82 anni, e i figli Salvatore e Orazio. Originari di Altavilla Milicia, hanno una piccola bancarella in cui vendono calia e simenza, frutta secca, nel proprio paese, ma la particolarità di questa famiglia è il grande bancale che ogni anni fa la sua comparsa al Foro Italico di Palermo in occasione del Festino di Santa Rosalia. Una vera e propria scenografia fatta di decine di pannelli dipinti nello stile dei carretti siciliani dal Maestro bagherese Onofrio Ducato, che l'artista ha creato appositamente per la famiglia Accomando.

Santi e Paladini della tradizione che una volta era tipico vedere disegnati sulle bancarelle, soprattutto in periodo di festa. «Molti erano i banchi dipinti una volta, – racconta il signor Giuseppe – ma ormai rimane solo il mio; un tempo però era almeno tre volte più grande, un vero e proprio monumento. Sono 70 anni che faccio questo mestiere: da quando a 12 anni andavo con mio padre a vendere calia e simenza e prima di lui mio nonno aveva già un carretto».

Tre generazioni di venditori a cui si aggiungono i suoi figli e nipoti che lo aiutano nella gestione del grandissimo spazio a disposizione. È una sorta di gradinata, ricoperta di pistacchi, nocciole, ceci e tanto altro, al di sotto del quale trova anche posto una porticina che si apre su un piccolo magazzino. Il banco della famiglia Accomando è divenuto famoso nel tempo, venendo immortalato da centinaia di macchine fotografiche ogni anno e vincendo anche molti premi.

«Un tempo, tutti gli anni – continua Giuseppe Accomando – in occasione del Festino era indetto il Premio per la bancarella più bella. Ai tempi c'erano molti altri banchi così decorati e la gara era difficile, ma sono sempre riuscito a vincere». Purtroppo con la scomparsa di queste opere in forma di bancarelle, il premio è stato sospeso, con l'ultimo disputato nel 1973, vinto naturalmente dal signor Giuseppe. Ma i tipici dipinti di Paladini sono stati visti negli anni in molte feste in varie cittadine dell'isola: da Ciminna a Villafrati, fino ad Aspra, vincendo sempre – ci tiene a sottolineare Accomando – premi per la bellezza del banco. «Mi invitavano nei paesi a vendere la mia frutta secca – continua – in occasione di feste patronali. Qualcuno veniva a Palermo per Santa Rosalia, vedeva da lontano i pannelli dipinti illuminati e mi chiedeva di portare tutto al suo paese».

Tra pezzi che ritraggono Santa Rosalia o San Giorgio che uccide il drago, a quelli che rappresentano Orlando e Rinalno, fino a Garibaldi che si incontra a Teano con Vittorio Emanuele II, l'arte del maestro Ducato ha girato in molte piazze siciliane. Una parete verticale di cinque metri dai colori sgargianti, dalla storia quasi secolare e che da sempre si ritrova nello stesso luogo ogni anno. La sua fama ha attirato negli anni molti curiosi, da semplici passanti a turisti, rendendolo uno dei luoghi tipici da visitare durante il Festino.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×