Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Ztl, il Tar sospende il provvedimento
Orlando: «Inizio rinviato di 15 giorni»

Tutto rimandato al sei aprile, quando il tribunale amministrativo si riunirà per discutere il ricorso presentato da cittadini e associazioni. Intanto il sindaco e l'assessore alla mobilità Giusto Catania in conferenza stampa non fanno passi indietro e parlano di un semplice ritardo. In aggiornamento

Alessia Rotolo

Il Tar di Palermo ferma le Ztl. Si tratta di una sospensione che fa seguito al ricorso presentato da associazioni e cittadini nelle scorse settimane e ferma il provvedimento fino al sei aprile, giorno in cui il tribunale amministrativo discuterà la richiesta dei ricorrenti. La palla passa agli avvocati del Comune, che dovranno dimostrare le ragioni dell'amministrazione, accusata di avere imposto ai cittadini una nuova tassa mascherata da provvedimento. 

«A causa dell'intoppo del pagamento on line, un problema tecnico che ha impedito ai cittadini di pagare abbiamo deciso di posticipare l'avvio delle Ztl di 15 giorni - Risponde il sindaco, Leoluca Orlando - Questi sono i costi della novità, gli intoppi ci sono sempre quando si ha a che fare con dei cambiamenti. L'amministrazione comunale va di pari passo col Tar. Attendiamo con serenità e fiducia la scelta del tribunale amministrativo - prosegue il primo cittadino - Io non mi arrenderò. Confermiamo la nostra scelta, altrimenti saremo sempre col cappello in mano a chiedere aiuto al governo regionale di turno».

Orlando ci tiene inoltre a fugare lo spettro di quanto successo durante l'amministrazione Cammarata, quando proprio per mano del Tar le Ztl furono bocciate definitivamente ad appena due settimane dall'entrata in vigore. «La scorsa amministrazione ci ha lasciato un disastro. Abbiamo trovato una città sull'orlo del disastro, noi non ci limitiamo a tappare i buchi, abbiamo un progetto per Palermo. Sono previsti 80 nuovi autobus ecologici, aspettiamo la firma del Consiglio dei ministri». E sul disguido tecnico che ha causato, oltre al Tar, lo slittamento interviene anche l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania. «Abbiamo investito molto sul sistema on line, le Poste hanno bisogno di più tempo per rodare il pagamento on line. Moltissimi sono i cittadini che hanno già pagato e ottenuto il pass. Sono stati 35mila fino a ora».

Soddisfazione da parte degli oppositori del provvedimento, che stamattina si sono riuniti di fronte al palazzo del Comune per chiedere un rinvio. «Il Tar - dice Nadia Spallitta, vicepresidente vicaria del Consiglio comunale - ha ravvisato le ragioni di estrema urgenza sospendendo tutti i provvedimenti impugnati e in particolare quelli relativi alle tariffe delle Ztl introdotte unitamente al contratto di servizio Amat e con successive delibere della giunta». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×