Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Don Teopompo Zamparini, caso da letteratura
Tra calciatori gratta e vinci e allenatori riciclati

Deriva Vitelli è un personaggio immaginario dello scrittore spagnolo Camilo José Cela che ha guadagnato una fortuna imbalsamando giocatori di calcio. Un antesignano del patron del Palermo. Oggi alle prese con Guillermo Barros Schelotto e la sua lezione agli italiani: oltre all’esonero esiste l’opzione dimissioni volontarie

Giuseppe Bianca

Don Teopompo Deriva Vitelli è un personaggio immaginario che non è scappato alla fantasia fervida e prolifica dello scrittore spagnolo Camilo José Cela (Undici racconti sul calcio, Passigli editore). Don Teopompo ha fegato d’avanzo per comprare in saldo e vendere, raddoppiando gli affari. Stringe i denti nelle difficoltà e non gli fa difetto il coraggio. Ha accumulato una notevole fortuna imbalsamando giocatori di calcio: «Un sensale d’altura, non un trafficone di piccolo cabotaggio». Insomma un antesignano di Maurizio Zamparini, che compra calciatori come fossero gratta e vinci - alla ricerca dell’affare della vita - e usa allenatori in una stagione con tecniche da fare invidia alla raccolta differenziata. Tanto per dare l’esempio ad una città che non vuole cambiare. 

Tesserati, esonerati, riesonerati, ex calciatori e non tesserabili. Don Teopompo Deriva Vitelli è possente e loquace e non se ne fa passare una. Non urla ai complotti ed è un burbero benefico. Un po’ come il presidente del Palermo che quest’anno ha dovuto far fronte ad un mezzo ammutinamento nei confronti di Davide Ballardini, un uomo di suo poco incline ai sorrisi. Zamparini, nella ricerca on line, alla voce allenatori sudamericani avrà trovato alcune disambiguità di troppo alla voce patentino. Guillermo Barros Schelotto torna a casa, evitando il perdurare di una mortificazione destabilizzante per sé e per il buon Giovanni Tedesco. Aveva dato una prima fisionomia e una discreta speranza per organizzare un gioco, ancora latitante tra i rosanero. Doveva venire uno quasi dalla fine del mondo per insegnare agli allenatori italiani che oltre all’esonero esiste l’opzione delle dimissioni volontarie

Don Teopompo Deriva Vitelli prende il caffè senza zucchero perché gli eccessi glicemici non compromettano i suoi affari, mentre sulle abitudini al bar del presidente rosanero non è dato sapere. Oggi sarebbe sin troppo facile parlare di approssimazione, mancata pianificazione, scelte approssimative, errori evitabili. A che servirebbe? Don Teopompo-Zamparini ci stupirebbe a ogni obiezione con una risposta diversa e per lui sacrosanta. Speriamo soltanto che la favola di questo Palermo in una stagione che pare blindata da un incantesimo surreale non abbia a risentirne oltre misura. Tra la letteratura e la realtà c’è di mezzo la zona retrocessione.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews