Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Mazzette, regali e assunzioni per oliare ingranaggi
Gli investigatori: «Le indagini vanno avanti»

L'operazione Black List della Squadra mobile di Palermo che all'alba di oggi ha portato all'arresto del presidente di Rfi, Dario Lo Bosco, e di due funzionari del Corpo forestale, promette ulteriori sviluppi. Un fiume di denaro per un sistema di corruzione ricostruito attraverso un vero e proprio libro mastro. Per il numero uno di Rete ferroviaria italiana una tangente di quasi 60mila euro

Rossana Lo Castro

Da tre mesi gli investigatori erano al lavoro. Un lavoro complesso, che «ancora va avanti» spiegano, per ricostruire quello che potrebbe essere un nuovo sistema di corruzione in Sicilia. Mazzette e regalie per oliare gli ingranaggi e far procedere spediti gli appalti milionari. All’alba di oggi in manette sono finiti, nell’ambito dell’operazione Black List della Squadra mobile, il presidente di Rfi e dell'Azienda siciliana trasporti Dario Lo Bosco e due alti funzionari del Corpo forestale della Regione, Salvatore Marranca e Giuseppe Quattrocchi. L’accusa per loro è pesantissima: concussione e induzione indebita a dare o promettere utilità. Ma l’inchiesta potrebbe allargarsi a macchia d’olio. Al vaglio degli inquirenti, infatti, c’è un vero e proprio libro mastro delle tangenti. Un elenco con nomi e cifre, che l’imprenditore agrigentino, Massimo Campione, titolare di una società di costruzioni, aveva con sé quando lo scorso 18 ottobre la Polizia lo ha fermato all’aeroporto Falcone Borsellino.

Agli investigatori ha raccontato come funzionava il sistema delle tangenti. Soldi, tanti, ma anche regali. Così, ad esempio, Quattrocchi, funzionario del Corpo forestale, avrebbe intascato 90mila euro, ma avrebbe anche ottenuto in “dono” due apparati di climatizzazione e 12 radiatori spot, per un valore di circa 5.000 euro. Decisamente più “costoso” Marranca per il quale sarebbero stati versati poco meno di 150mila euro. E non solo. L’alto funzionario, è la tesi dell’accusa, avrebbe ottenuto anche l’assunzione della compagna, presso una ditta di trasporti e autoservizi siciliana, e per la figlia presso un’azienda di impiantistica di Roma. Dario Lo Bosco, invece, avrebbe percepito tangenti per 58.650 euro. Soldi legati a un appalto per l'acquisto di un sensore per il monitoraggio delle corse per i treni. Adesso il governatore siciliano, Rosario Crocetta, vuole cacciarlo dal Cda dell’Ast e ha dato mandato alla Regione, in qualità di socio, di chiedere la convocazione dell'assemblea di Azienda siciliana trasporti per azzerare l’intero Consiglio di amministrazione. Resta, comunque, un nome noto negli ambienti politici, che negli anni ha potuto godere di amicizie importanti e incarichi prestigiosi.

«Non è un’indagine lampo» dice il capo della Squadra mobile Ruperti e c’è da giurarci che la fine non è stata scritta con gli arresti di oggi. Da stamani, infatti, gli uomini della Polizia stanno effettuando perquisizioni negli uffici romani di Rfi e in quelli palermitani dell’Ast e del Corpo forestale. Ma anche nelle abitazioni di altri indagati, alcuni dei quali, spiegano gli inquirenti coordinati dal procuratore Francesco Lo Voi, dall’aggiunto Dino Petralia e dal sostituto Claudio Camilleri, «ricoprono importanti cariche pubbliche».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews