Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Tram, è scontro sui tempi di attesa
Amat: «Valori in linea con Paese»

Polemica a distanza tra l'azienda e il presidente della terza commissione del comune di Palermo Luisa La Colla e la vicepresidente del consiglio comunale Nadia Spallitta per le quali «la durata delle corse rischia di essere eccessiva». La società di via Roccazzo replica ribadendo intervalli «non superiori ai 5 minuti» e rilancia con «il raddoppio, entro il 2016, dei treni in dotazione al capoluogo siciliano grazie a fondi Ue»

Redazione

È scontro sui tempi d'attesa del nuovo tram di Palermo. Ieri l'attacco dal presidente della terza commissione del comune di Palermo Luisa La Colla e la vicepresidente del consiglio comunale Nadia Spallitta. Secondo le due consigliere del Pd, infatti, gli intervalli tra una corsa e l'altra rischiano di essere tra i 20 e i 25 minuti sulla linea 1. Immediata la replica dell'Amat che conferma «attese di 5 minuti in linea con i valori medi indicati da altri sistemi tram presenti in Italia» e annuncia il raddoppio, entro il 2016, dei treni in dotazione al sistema tram del capoluogo siciliano. I nuovi mezzi, che si andranno ad aggiungere ai 17 treni già in dotazione per le quattro linee, saranno acquistati grazie ai 50 milioni di euro della Comunità europea (Po Fers 2007/2013), destinati allo scopo attraverso l'amministrazione comunale

«I nuovi treni serviranno per raddoppiare il parco rotabile e diminuire ulteriormente i tempi di attesa alle fermate» chiariscono dall'Azienda e, a tal proposito, tornando sulla vicenda, precisano che «già con la dotazione del parco treni attuale, la frequenza di passaggio alle fermate della linea 1 Roccella/Stazione Centrale (6 chilometri) sarà di circa cinque minuti, e non di venti/venticinque minuti, mentre tutto il percorso, fermate incluse, sarà coperto in circa 17 minuti. I treni lunghi circa 32 metri hanno una capienza di 250 posti, di cui 56 a sedere».

Eppure ieri La Colla e la vicepresidente del consiglio comunale hanno ribadito il rischio di eccessivi ritardi. «La linea 1, che si sviluppa per circa sei chilometri  - hanno detto - è dotata di soli otto tram, quattro per ogni direzione, con una frequenza stimata tra i 20 e i 25 minuti, mentre nel resto dell'Italia la frequenza è di circa tre minuti. Bisogna tenere conto della disposizione delle fermate, più di una decina  e dei tempi di sosta e della velocità delle vetture, che non superano i 50 km orari».

Ad ogni modo l'Amat, dopo le critiche sollevate nei giorni scorsi, ha ribadito che «non si riscontra nessuna criticità che possa compromettere il servizio, soprattutto a livello infrastrutturale. Così come non c'è preclusione all'accesso dei diversamente abili - conclude -  tenuto conto che il progetto segue la normativa vigente ed e' stato approvato, in tutti i suoi aspetti, da tutti i soggetti preposti ivi incluso il ministero delle Infrastrutture e Trasporti».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews