Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Migliaia in piazza per la Santuzza
Palermo abbraccia Santa Rosalia

Tantissimi ieri, come ormai ogni anno, hanno celebrato la patrona, moltissimi anche i turisti che hanno invaso il Cassaro mischiandosi ai cittadini. Momento clou ai Quattro Canti quando il sindaco è salito sul carro, qualcuno dalla strada ha urlato «Buffone», ma poi gli applausi hanno preso il sopravvento

Alessia Rotolo

Foto di: Alessia Rotolo

Foto di: Alessia Rotolo

‎Caldo, sudore, passeggini, ventagli, babbaluci e melone, ma soprattutto tanta devozione. Sono solo alcuni degli ingredienti del festino della Santuzza, Santa Rosalia, venerata e adorata dai palermitani ormai da 391 anni. Rosalia è la Santa che nel 1600 liberò la città dalla peste e ogni anno il 14 luglio si festeggia con un lungo corteo che dalla Cattedrale arriva fino a mare. Anche ieri la città ha reso omaggio alla sua patrona, trasformandosi in teatro a cielo aperto, per raccontare l'arrivo della peste e la liberazione dal male. 

In migliaia ieri, come ormai ogni anno, hanno celebrato la santa, moltissimi anche i turisti che hanno invaso il Cassaro mischiandosi ai cittadini. Quest'anno vicolo Brugnó era tutto adornato da luminarie e con un lungo tappeto verde, la famiglia Marraffa da più di 50 anni addobba con foto, luci e una statua della santa il piccolo vicolo che si trova proprio di fronte la Cattedrale. «Nostro nonno era devoto alla Santa e diede avvio a questo particolare festeggiamento - spiega la famiglia - e adesso che lui è morto, noi proseguiamo la tradizione al meglio». 

Il momento teatrale più intenso e suggestivo è stato alla Cattedrale dove il cunto di Salvo Piparo si è mischiato ai colori delle proiezioni sulla facciata del Duomo cittadino. Alla fine dello spettacolo il direttore artistico ha ringraziato tutti e, in particolar modo, i bar della zona che per l'occasione hanno regalato pezzi di rosticceria e vino agli attori impegnati dello spettacolo. Non sono mancate le lamentele, perché «il carro è poco illuminato e la Santa non si vede!» dice qualcuno. Il momento clou ai Quattro Canti quando il sindaco Leoluca Orlando, come chiede la tradizione, è salito sul palco portando un mazzo di rose rosse a Rosalia e salutando la città con la frase «Viva Palermo e Santa Rosalia!» ripetuta per tre volte. Qualcuno dalla strada urla «Buffone!», ma poi a prendere il sopravvento sono gli applausi: quest'anno Palermo è contenta dell'amministrazione Orlando. 

Molti arrivano da paesi e da altre città siciliane. Così come Mariella che viene da Belluno dove insegna, ma è originaria di Caltanissetta. «Ricordo i miei anni passati a studiare all'università qui - dice - venivo sempre per il Festino, un anno con un passeggino mi son saliti su un piede e mi hanno rotto il mignolo: quest'anno scarpe chiuse! Ma sono felice di essere qui». Novità dell'edizione 391 del Festino sono state le coroncine di rose per le donne, come quelle che porta la santa. Quando il carro è arrivato a mare la folla si è aperta e i fuochi d'artificio bellissimi salutano i devoti.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×