Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Formazione, lavoratori in protesta alla Regione
Vincenzo Figuccia: «Forza Italia è con loro»

I lavoratori disoccupati presidieranno da oggi Palazzo d'Orleans, sede del governo regionale di Rosario Crocetta. «Ha detto che non ci sarebbe stata "macelleria sociale", ma sono stati licenziati in 4mila», afferma il vice capogruppo del partito di Silvio Berlusconi all'Assemblea regionale siciliana 

Giulio Ambrosetti

«Come spesso è capitato in oltre due anni di governo - sulla formazione professionale siciliana i fatti stanno smentendo le promesse del presidente della Regione siciliana. Rosario Crocetta ha detto e ripetuto che, in questo settore, non avrebbe fatto "macelleria sociale". Invece abbiamo 4 mila dipendenti licenziati, ai quali se ne stanno aggiungendo altri mille». Così il vice capogruppo di Forza Italia all'Assemblea regionale siciliana, Vincenzo Figuccia, commenta il dramma dei lavoratori disoccupati della formazione professionale dell'Isola che, da oggi, a Palermo, presidieranno Palazzo d'Orleans, sede della presidenza della Regione, e la sede dell'assessorato regionale al Lavoro, in via Trinacria.

«A chi non sa più come far vivere la propria famiglia non bastano le parole - aggiunge Figuccia -: ci vogliono i fatti concreti. Solo che, di concreto, in questo settore, ci sono solo fatti negativi. Il governo Renzi ha tagliato la cassa integrazione già a partire dall'agosto dello scorso anno. La cassa integrazione che avrebbe dovuto essere assicurata da altre fonti finanziarie è bloccata da una rimodulazione dei fondi europei che tarda ad arrivare e da un debito della Regione con l'Inps pari, si dice, a 43 milioni di euro».

«In tutto questo - sottolinea sempre il vicecapogruppo degli azzurri all'Ars - un pronunciamento del Cga ha messo in luce un errore commesso dalla solita dottoressa Anna Rosa Corsello, che per finanziare il progetto Prometeo ha utilizzato somme che spettavano, di diritto, ad altri soggetti. Un errore amministrativo enorme, non tanto e non soltanto per un probabile danno erariale che qualcuno rischia di pagare, ma perché tutto ciò bloccherà la gestione di Prometeo per chissà quanto tempo, creando i presupposti per farci scippare da Roma anche i circa 35 milioni di questo progetto».

«In queste condizioni - conclude Figuccia - i lavoratori della formazione licenziati hanno tutto il diritto di scendere in piazza. E noi li appoggeremo dentro e, soprattutto, fuori Sala d'Ercole».    

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×