Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Dopo la Juve, parla Iachini:"Contro la Juve era partita a sé, domani altro atteggiamento"

Dopo la sconfitta contro la juventus, il palermo di beppe iachini è chiamato alla vittoria nello scontro diretto contro il chievo del neo tecnico maran, reduce dalla sconfitta casalinga contro il genoa. Il tecnico rosa, proprio in vista della gara di domani, ha preso parte alla conferenza stampa odierna presso l'impianto militare di boccadifalco.

Roberto Salerno

Dopo la sconfitta contro la Juventus, il Palermo di Beppe Iachini è chiamato alla vittoria nello scontro diretto contro il Chievo del neo tecnico Maran, reduce dalla sconfitta casalinga contro il Genoa. Il tecnico rosa, proprio in vista della gara di domani, ha preso parte alla conferenza stampa odierna presso l'impianto militare di Boccadifalco.

"Abbiamo delle caratteristiche di un certo tipo, tendenzialmente difensive, ma stiamo cercando di cambiare. Non dimentichiamo che spesso o dall'inizio della partita o anche a partita iniziatam, abbiamo giocato con due punte e Vazquez. È vero anche che stiamo lavorando per cercare un equilibrio più consono a questa categoria. In più ci sono molti ragazzi che per la prima volta si affacciano al panorama della serie A.
"Dobbiamo interpretare le partite con un atteggiamento giusto, se guardiamo la partita di Torino il problema non era solo Feddal. Abbiamo perso perché, pur avendo fatto una buona partita, sia per bravura loro sia per errori noi, abbiamo perso la partita. Però non possiamo pensare di andare a Torino e vincere la partita o giocarcela a viso aperto. Anche noi volevamo essere più incisivi quando avevamo palla, però non ci siamo riusciti. Questo non significa che non riusciamo ad attaccare bene. Noi dobbiamo solo riuscire a trovare l'equilibrio necessario.
"Non mi aspetto di più da Franco, ha anche avuto qualche problemino fisico e forse questo ha un po' inciso. Di sicuro, per caratteristiche, anche quando lui gioca da punta, diventa fondamentale l'accoppiata dei centrocampisti. Soprattutto quando giochiamo con due punte e Vazquez.
"Non penso che si potrà chiamare turnover quello di domani. Valutiamo le condizioni dei ragazzi che hanno giocato a Torino e poi decideremo chi scenderà in campo. Ci aspetta una partita difficile, che per noi sarà fondamentale. Il Chievo dal punto di vista dei singoli ha una grandissima squadra, penso a Schelotto, Paloschi, Birsa.... inoltre, Maran è un allenatore molto bravo e avrà preparato la partita in maniera molto precisa.
"Penso che, esclusa Empoli, abbiamo fatto un buon campionato fin'ora. I centrocampisti stanno facendo tutti molto bene e sono contento dei miei ragazzi. Certo, dovevamo fare qualcosa in più contro la Juve ma è la Juve, massacra tutti.
"Domani avremo un atteggiamento diverso da Torino ma proprio perché contro la Juve è una partita a parte, totalmente diversa. Dobbiamo costruire le nostre occasioni e fare il nostro gioco.
"Non penso che il presidente quando ha detto di essere rimasto deluso dalla partita di Torino, volesse darmi un ultimatum. È giusto che si aspettasse di più però gli è stato spiegato il lavoro che si sta cercando di fare. E lui ha capito il nostro tipo di lavoro"

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews