Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo vittoria Rica, anzi richissima

I rosa vincono grazie al costaricano gonzalez che segna all’ultimo respiro in un esordio da incorniciare. Applausi del barbera anche per brienza, il cesena e i suoi tifosi che mostrano d’apprezzare il gemellaggio e il sole di mondello

Gabriele Bonafede

I ROSA VINCONO GRAZIE AL COSTARICANO GONZALEZ CHE SEGNA ALL’ULTIMO RESPIRO IN UN ESORDIO DA INCORNICIARE. APPLAUSI DEL BARBERA ANCHE PER BRIENZA, IL CESENA E I SUOI TIFOSI CHE MOSTRANO D’APPREZZARE IL GEMELLAGGIO E IL SOLE DI MONDELLO

di Gabriele Bonafede

Si chiama Giancarlo “Pipo” Gonzalez da San José, Costa Rica, e oggi è l’eroe della Palermo rosanero grazie a un esordio da incorniciare: giganteggia in difesa, libera costruendo il contropiede, spezza le trame offensive e firma la prima vittoria della stagione con un gol che fa esplodere il Barbera all’ultimo respiro di una partita non facile.

Fino a qualche mese fa era un illustre sconosciuto che giocava in un’ancora più sconosciuta squadra costaricana: i Colombus Crew. Pochi in Italia saprebbero dire persino dove si trova la Costa Rica. Poi Gonzalez si fa notare in un mondiale giocato in maniera grandiosa quale centrale ferma-tutti della simpatica nazionale centramericana. E prende complimenti da tutto il mondo. Ma chi lo porta in un campionato europeo? Il Palermo di Zamparini. E vederlo giocare con la maglia rosa è un piacere, una certezza, una gioia.

[caption id="attachment_107837" align="alignright" width="345"] Gonzalez nel Costa Rica foto tratta da www.calcionow.it[/caption]

Gonzalez ci mette dunque lo zampino, anzi la testa, in una vittoria tanto bella quanto sofferta. Dybala ci mette pure del suo, e molto, con una partita tutto gas-e-tecnica e soprattutto un gol dell’1-0 stupendo: con tiro a giro sul secondo palo a lasciare di stucco il portiere Leali.

Nel mezzo, tra i due gol rosa, un gran numero di occasioni per il Palermo e due legni clamorosi: uno su punizione calciata con maestria da Dybala nel primo tempo, e un palo pieno su gran botta di Vazquez nel secondo tempo. Oltre al gol del Cesena che non segna su un paio di grandi azioni, ma su un rigore letteralmente regalato dal direttore di gara.

È dunque una vittoria ricca, anzi ricchissima. Perché vale doppio, anzi triplo: una volta per i tre punti, un’altra perché il simpatico Cesena è un diretto avversario per la salvezza, e una terza volta perché i rosa trovano finalmente una vittoria anche nel punteggio e non solo nel gioco, sbloccandosi e guardando al futuro con più serenità. Adesso si andrà a Torino a sfidare una stratosferica Juve sapendo che anche un pareggio sarebbe tutto grasso che cola.

[caption id="attachment_107836" align="alignleft" width="193"] Gonzalez al Palermo foto tratta da www.zimbio.com[/caption]

E si potrà giocare senza problemi e puntando al nuovo equilibrio che ha trovato la squadra con Gonzalez e Munoz in difesa e tre centrocampisti dal primo minuto.  Nelle precedenti sei partite solo a Empoli il Palermo aveva meritato di perdere, mentre nelle altre gare, compresa la sconfitta di Verona, aveva meritato la vittoria. Persino contro la Lazio lo 0 – 4 subito era stato più che bugiardo sul piano del gioco e la squadra aveva strappato applausi nonostante il pesante passivo.

Applausi oggi ben meritati e dispensati dal pubblico del Barbera anche al compatto Cesena all’uscita dal campo e soprattutto all’ex Brienza quando è stato sostituito, così come al centinaio di tifosi bianconeri visti da molti al caldo sole di Mondello nella mattinata.

Onore al Palermo quindi, ma anche al Cesena, i cui tifosi omaggiano il gemellaggio scandendo “Palermo, Palermo” tra gli applausi delle curve.

Un poco meno d’onore a Damato, direttore di gara che ci ha messo lo zampino con decisioni discutibili ma che per fortuna non hanno cambiato più di tanto il risultato finale: vittoria meritata sul campo e anche nel punteggio. Finalmente.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews