Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

L'inchiesta sul flop-day, Anna Rosa Corsello: "Ai magistrati ho consegnato le carte e spiegato tutto"

La documentazione fornita dall'ex dirigente generale dei dipartimenti formazione e lavoro della regione siciliana e' adesso al vaglio della procura della repubblica di palermo

Giuseppe Messina

LA DOCUMENTAZIONE FORNITA DALL'EX DIRIGENTE GENERALE DEI DIPARTIMENTI FORMAZIONE E LAVORO DELLA REGIONE SICILIANA E' ADESSO AL VAGLIO DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI PALERMO

Ci sono volute cinque ore per fare luce sulla gestione dei tirocini formativi finanziati con le risorse del Piano Giovani e sul flop day dello scorso 5 agosto.

La dottoressa Anna Rosa Corsello, ex dirigente generale dei dipartimenti Lavoro e Formazione professionale ha esaminato, davanti ai magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, tutti gli aspetti inerenti l'attuazione del Piano Giovani e, in particolare, i tirocini formativi 'appaltati' senza gara ad Italia Lavoro, la società del Ministero del lavoro che in Sicilia sembra aver trovato l' 'America'.

Nel lunghissimo interrogatorio di oggi, i magistrati hanno focalizzato l'attenzione su alcuni aspetti della vicenda che la dottoressa Corsello ha puntualmente spiegato nei minimi particolari, supportata dall'ampia documentazione depositata. Dall'affidamento diretto alle ragioni della scelta di Italia lavoro e delle altre società esterne alla Regione: Formez, Ett e Sviluppo Italia Sicilia. Atti amministrativi effettuati dall'Amministrazione regionale sulla base di un'apposita delibera adottata dalla Giunta regionale di Rosario Crocetta.

Inoltre, l'ex dirigente generale ha chiarito ai magistrati i problemi generati dall'utilizzo del sistema informatico che, inceppatosi lo scorso 5 agosto, ha estromesso dalla candidatura e dall'incrocio con le aziende decine di migliaia di giovani.

In particolare, la dottoressa Corsello si è soffermata sugli affidamenti diretti inerenti al sistema informatico Silav creato per gestire le adesioni dei giovani entro i 25 anni al Piano della Garanzia Giovani Sicilia e che hanno riguardato il collegamento con il sistema dei Centri per l'impiego. A tal riguardo, la relazione tra i tirocini e i Centri per l'impiego è strato oggetto di confronto nel corso del citato interrogatorio.

Lo strumento del tirocinio formativo, lo ricordiamo, è destinato ai giovani tra i 18 ed e 35 anni che possono usufruire di un periodo di lavoro presso le aziende che ne fanno richiesta, percependo una somma pari a 500 euro al mese per complessivi 6 mesi. All'azienda è riconosciuto un rimborso di 250 euro al mese al quale aggiungere un bonus finale nel caso di assunzione a tempo determinato che aumenta se il contratto è subordinato.

Sono 2000 i tirocini messi a bando in Sicilia non ancora assegnati per l'insipienza del Governo regionale. Anche per questo - e non solo per aver lasciato senza stipendio oltre 8 mila lavoratori della Formazione professionale - l'assessore Scilabra sarà oggetto di una mozione di censura da parte dell'Ars.

Il flop-day dello scorso 5 agosto ha paralizzato l'attività amministrativa. L'Amministrazione regionale sta ancora valutando se validare il click-day dello scorso 5 agosto e aprire una nuova finestra per garantire l'accesso ai giovani.

Dalle ultime notizie, pare che 'appatteranno le carte' assegnando i mille e 600 tirocini ai 'fortunati' che sono riusciti a collegarsi al discusso sito, in barba ad altre decine di migliaia di giovani che non sono riusciti a collegarsi. Così avrebbero deciso i soliti Azzeccagarbugli.

Tornando all'interrogatorio, in una nota pervenuta in redazione, Salvatore Modica, uno dei legali della dottoressa Anna Rosa Corsello riferisce che l'interrogatorio, richiesto dall'ex dirigente generale dei dipartimenti Lavoro Formazione professionale si è svolto in un clima di assoluta serenità e di massima collaborazione, senza che venissero mosse specifiche accuse.

La dottoressa Corsello, prosegue la nota, ha fornito ampie e dettagliate spiegazioni in ordine agli articolati passaggi tecnici che connotano le vicende oggetto di indagine, inchiesta condotta da magistrati attenti e rigorosi sui quali l'ex dirigente generale ripone massima stima e fiducia farà il proprio corso.

"Ho avuto ieri pomeriggio alle 15,30 l'incontro da me richiesto e mi sono presentata accompagnata dai miei legali - racconta al giornale la dottoressa Corsello -. L'incontro si è svolto all'insegna della massima collaborazione e cordialità - aggiunge - ho fornito i chiarimenti per i quali avevo chiesto di essere sentita ed ho depositato gli atti inerenti la procedura amministrativa".

"Nulla mi è stato contestato o addebitato - ci dice l'ex dirigente generale dei dipartimenti Lavoro e Formazione professionale - e non ho mosso accuse nei confronti di alcuno, limitandomi a spiegare gli atti che producevo".

"Ci sono volute cinque per consentire ai magistrati di verbalizzare i chiarimenti - sottolinea l'ex dirigente generale dei dipartimenti Formazione e Lavoro - esclusivamente inerenti le procedure amministrative che hanno riguardato il mio operato".

"Sono serena - conclude la dottoressa Corsello - e mi rimetto alle valutazioni dei magistrati che mi hanno seguita con molta attenzione".

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews