Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Il Senato dice no allo stop al Muos: l'ennesima beffa per la Sicilia

L'aula del senato respinge le mozioni m5s e sel con le quali si chiedeva al governo di sospendere l' esecuzione di ogni accordo bilaterale per la realizzazione del sistema di trasmissione satellitare muos nella base militare di niscemi per rimettere ogni decisione al parlamento.

Daniela Giuffrida

L'Aula del Senato respinge le mozioni M5S e Sel con le quali si chiedeva al governo di sospendere l' esecuzione di ogni accordo bilaterale per la realizzazione del sistema di trasmissione satellitare MUOS nella base militare di Niscemi per rimettere ogni decisione al Parlamento.

E dice si' alla risoluzione (presa ieri dalle commissioni Ambiente e Sanita' e trasformata in odg) con la quale si da' sostanziale via libera all'operazione mettendo alcuni paletti come piu' informazione e un monitoraggio continuo dei campi magnetici.

Ad occhio e croce, l'ennesima farsa. A breve vi aggiorneremo sulle posizioni dei singoli partiti.

Aggiornamento

L'assemblea del Senato ha approvato due ordini del giorno a firma Pd-PI, che recepisce il lavoro svolto dalla commissione, e Gal sul MUOS, il sistema di comunicazione satellitare essenziale per le finalita' strategiche USA. Respinte invece le mozioni di M5S e SEL e l'ordine della Lega Nord. L'ordine del giorno a firma dei senatori Manuela Granaiola (PD) e Aldo Di Biagio (PI), è una farsa.  Impegna semplicemente il governo a rispondere alle preoccupazioni espresse dai cittadini; ad accelerare l'adozione di un sistema di monitoraggio dei campi elettromagnetici; a far rispettare il protocollo d'intesa tra ministero della Difesa e Regione Sicilia per la produzione di emissioni a radiofrequenza; a prevedere misure di compensazione in caso di danni accertati alla popolazione; a prevedere l'immediata sospensione del sistema ove dal monitoraggio emergessero risultati nocivi per la popolazione e a presentare al Parlamento una relazione annuale. Ma non mette in dubbio l'impianto né prende in considerazione l'allarme lanciato da scienziati indipendenti sui danni già prodotti e su quelli futuri. . Da qui la nostra considerazione sul fatto che si tratti dell'ennesima beffa.

Per quanto riguarda le mozioni respinte quella del senatore Vincenzo Santangelo (M5S) e altri impegnava il governo a verificare le conseguenze dell'istallazione degli  impianti già esistetni a Niscemi, nella nase della Marina USA, ovvero le 47 anntenne già attive.  E, di conseguenza, a sospendere il tutto.

La mozione della senatrice Sel, Loredana De Petris impegnava il governo ad attivarsi per sospendere l'esecuzione di ogni accordo bilaterale relativo alla realizzazione del sistema di trasmissione satellitare nella base militare di Niscemi, rimettendo ogni decisione al Parlamento previa informativa su caratteristiche, condizioni d'uso dell'impianto e costi delle basi militari statunitensi.

L'ordine del giorno a firma del senatore Jonny Crosio (LN-Aut), infine, impegnava il governo a garantire il diritto alla salute degli abitanti della zona di Niscemi, assicurando il monitoraggio delle emissioni elettromagnetiche del MUOS; ad attivare un tavolo di coordinamento con le autorita' militari americane preposte al comando del MUOS per accrescere l'efficacia delle attivita' di contrasto ai flussi migratori illegali.

Nel corso della discussione  il sottosegretario per la Difesa, Gioacchino Alfano ha  difeso a spada tratta l'impianto non facendo il minimo riferimento a tutti i dubbi espressi dagli scienziati indipendenti, come quelli del Politecnico di Torino o de La Sapienza di Roma. Ha citato solo il controverso  documento dell'Istituto superiore di sanità. Quello che fa comodo al Governo Renzi che, come quelli precedenti, pur di accontentare gli americani, cammina sulla testa dei siciliani.

Una voce fuori dal coro, all'interno del PD, è quella della senatrice Venera Padua, che prende le distanze dalla mozione del suo partito, come vi raccontiamo qua.

Muos, la Senatrice Padua (PD) prende le distanze dal suo partito: "Decisione inaccettabile" Il Muos a Palazzo a Madama. Quanti senatori tradiranno la Sicilia?

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews