Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Vittoria, il Consiglio comunale nasconde la verità sul depuratore?

Nello scandalo dell'inquinamento del fiume ippari e del mare di vittoria prende posizione 'fare verde'. Che chiama in causa il massimo consesso cittadini, accusato di reggere il gioco all'amministrazione comunale. Intanto i cittadini pagano nella 'bolletta' la depurazione dell'acqua non depurata. . .

Daniela Giuffrida

NELLO SCANDALO DELL'INQUINAMENTO DEL FIUME IPPARI E DEL MARE DI VITTORIA PRENDE POSIZIONE 'FARE VERDE'. CHE CHIAMA IN CAUSA IL MASSIMO CONSESSO CITTADINI, ACCUSATO DI REGGERE IL GIOCO ALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE. INTANTO I CITTADINI PAGANO NELLA 'BOLLETTA' LA DEPURAZIONE DELL'ACQUA NON DEPURATA...

Si è riunito a Vittoria lo scorso giovedì, il Consiglio comunale, per discutere del depuratore della cittadina ragusana le cui vicende tanto clamore hanno destato negli ultimi mesi - grazie agli attivisti di Fare Verde e alle denunce dell’ex sindaco Francesco Aiello e del Dirigente Ato Fabio Ferreri - preoccupazioni tra la popolazione e polemiche.

A due giorni, dunque, dal comunicato ufficiale in cui il Sindaco del Comune di Vittoria dichiarava di aver “attivato una serie di misure che hanno portato ad un parziale ritorno di efficienza dell’impianto e al progressivo ritorno dei parametri a livelli di normalità […]”, il Consiglio comunale, convocato dal presidente Salvatore Di Falco in seduta di aggiornamento “per trattare anche la gravissima situazione del depuratore ed il disastro ambientale riguardante il fiume Ippari ed il tratto di mare in cui lo stesso scarica i liquami prodotti dalla città, “dopo 4 ore di nulla - sostengono gli attivisti di Fare Verde - alla domanda se si volesse procedere alla discussione sul depuratore, il presidente ha risposto NO!”.

Sembra addirittura che, in precedenza, quando si è votato per discutere della reintroduzione del Settore Ecologia, ben 7 consiglieri della maggioranza abbiano votato “NO”.

Il gruppo locale di Vittoria di Fare Verde ha espresso tutto il suo disappunto verso questa “manovra “ del Consiglio comunale, attraverso un comunicato, destinato a quella che hanno definito la “Stampa Libera”, che riportiamo di seguito.

"Il Sindaco - leggiamo nel comunicato di Fare Verde - ci ha dipinti come 'detrattori della verità', affermando che i documenti rilasciatici dall'Arpa, i quali denunciano nel mese di aprile un grave inquinamento del nostro fiume Ippari (Escherichia coli 400.000 UFC/ml), erano roba vecchia".

"Il primo cittadino - prosegue il comunicato - custode della salute pubblica, ha inoltre affermato di avere dei dati che attestano in qualche modo la risoluzione del gravissimo problema dell'impianto e la sua imminente messa a regime".

"Alla luce di tutto ciò, sconcertati - si legge sempre nel comunicato di Fare Verde - ci chiediamo: perché giovedì sera l'Amministrazione comunale non ha esibito ai consiglieri presenti i documenti che attestano la riduzione del danno ambientale? Perché, di fatto, per presunti cavilli burocratici, non si è potuto discutere dell'incalcolabile danno ambientale e dei presunti reati che nessuno di questi nostri amministratori potrà mai pagare all'ecosistema del fiume Ippari?".

"Un depuratore - prosegue il comunicato - non può essere fermato nemmeno per un giorno, figuriamoci per mesi! Siete scandalosi! Ai cittadini vittoriesi ricordiamo che le tasse che paghiamo includono la 'depurazione delle acque reflue', per evitare l'inquinamento dello stesso fiume Ippari (nella vallata sono presenti cospicue colture agricole) e conseguentemente delle acque del nostro mare. Dove sono finiti questi soldi?".

"Vergognosamente, per noi - prosegue la nota di Fare Verde - l'assessore con 'Delega all'Ambiente', nonché ai vertici della nuova SSR (ex ATO rifiuti), pagato lautamente, Filippo Cavallo, continua a disinteressarsi con il suo assordante silenzio a questa vicenda che ha dell'incredibile. Dica lui la verità sul depuratore, lo deve alla CITTA', ai nostri figli. Cari amministratori, intendete passare per "inquinatori seriali?".

"Fiduciosi nella Magistratura - conclude Fare Verde - amareggiati, vi salutiamo".

 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews