Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Valle del Mela, una marcia contro Terna per non morire di leucemia

“manifestiamo per difendere l’ambiente e la nostra vita”, questo l’invito dell’adasc (associazione per la difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini), esteso a tutti, le amministrazioni comunali, i consigli comunali, le scuole, le parrocchie, la società civile e a tutte le associazioni del territorio, per partecipare al 5° corteo per la difesa della ssalute e la salvaguardia dell’ambiente che si terrà sabato 6 aprile, alle 09. 00, con partenza da piazza san papino, a milazzo.

Sabrina Macaluso

“Manifestiamo per difendere l’ambiente e la nostra vita”, questo l’invito dell’Adasc (Associazione per la difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini), esteso a tutti, le Amministrazioni Comunali, i Consigli comunali, le scuole, le parrocchie, la società civile e a tutte le Associazioni del territorio, per partecipare al 5° Corteo per la difesa della Ssalute e la salvaguardia dell’ambiente che si terrà sabato 6 aprile, alle 09.00, con partenza da Piazza San Papino, a Milazzo.

Sì, perché l’estenuante battaglia contro l’elettrodotto Terna Sorgente-Rizziconi non si ferma. Si chiede la modifica dell'attuale tracciato che comprende la zona dove ci sono criticità (principalmente Pace del Mela e San Pier Niceto) e anche nella zona di Sorgente-San Filippo del Mela ed il tratto Saponara - Villafranca Tirrena.

In particolare, si chiede la bonifica dei tracciati esistenti nei pressi delle abitazioni (Sorgente, Archi, Cattafi-San Filippo del Mela, Passo Vela-Pace del Mela, Pirrera-San Pier Niceto).

Si protesta anche contro la drammatica questione ambientale che riguarda l'area industriale di Milazzo, ormai al collasso, perché caratterizzata dalla presenza di un grosso polo industriale. Una zona ad alto rischio a causa della presenza di una centrale termoelettrica ad olio combustibile, una raffineria di petrolio, un cogeneratore, un'acciaieria, un impianto per il recupero del piombo dalle batterie esauste e altre industrie minori.

Il territorio della Valle del Mela è dichiarato Zona ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale e SIN (Sito di Interesse Nazionale), e questo ormai in molti sembrano averlo dimenticato.

“È per questo che sabato si chiede la partecipazione di tutti al corteo”, scrive in un comunicato Peppe Maimone, presidente dell’ Adasc.

“Vogliamo tutelata la nostra salute - scrive sempre Maimone -. Ricordiamoci che con la vita non si gioca e che ci sono troppi malati e troppe morti. Nessuno può mancare alla manifestazione e chi non sarà presente si renderà complice di tutti coloro che hanno devastato e continuano a devastare il nostro territorio e ad attentare alla nostra salute”.

“Chiudete le vostre attività commerciali - scrive il presidente dell’Adasc - prendetevi due ore di permesso dal lavoro, portate i vostri bambini e ragazzi a manifestare pacificamente, organizzatevi con cartelloni e striscioni. Tutti presenti dal più piccolo al più grande per difendere l’ambiente e la vita, il bene più prezioso”.

Nel frattempo si attende l’11 aprile, giorno in cui si riunirà il tavolo tecnico istituito dalla Regione siciliana per esaminare la questione dell’elettrodotto della Valle del Mela.

Allo stesso tavolo siederà l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello, le associazioni, i Sindaci dei Comuni del comprendorio, i rappresentanti di Terna e i rappresentanti degli assessorati regionali al Territorio, alla Salute e all’Energia.

Piero Pelù, una firma per la vita nella Valle del Mela Ars e Governo a Terna: il tracciato dell’elettrodotto va cambiato Valle del Mela, appello agli artisti italiani per fermare Terna Rock on the road: Valle del Mela, Piero Pelù e Peppe Pagano in difesa dei cittadini L’elettrodotto Sicilia-Calabria abbasserà i costi delle bollette energetiche? Trivelle, Terna, rigassificatore e Muos: in Sicilia ‘finì a schifiu’ Valle del Mela: “Istituzioni al servizio di Terna”

 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews