Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Formazione, mozione di Caputo: "Chiarezza sulla gestione dei fondi comunitari"

Si alza lo scontro sociale nel settore della formazione professionale. Alla contrapposizione tra lavoratori e governo regionale si è aggiunta anche la cisl, che apertamente ha mostrato il proprio dissenso per la scelta del presidente della regione di inserire lo ial (ente già di proprietà della cisl) tra gli enti cosiddetti "canaglia", destinatari prossimamente del provvedimento di revoca dell'accreditamento.

Giuseppe Messina

Si alza lo scontro sociale nel settore della formazione professionale. Alla contrapposizione tra lavoratori e Governo regionale si è aggiunta anche la Cisl, che apertamente ha mostrato il proprio dissenso per la scelta del presidente della Regione di inserire lo Ial (Ente già di proprietà della Cisl) tra gli Enti cosiddetti "canaglia", destinatari prossimamente del provvedimento di revoca dell'accreditamento.

Sulla vicenda che rischia di degenerare è intervenuto Salvino Caputo, parlamentare regionale di Fratelli D'Italia (FDI) e vice presidente la Commissione legislativa Attività produttive dell'Assemblea regionale siciliana (Ars). In una nota, il parlamentare regionale annuncia la presentazione di una mozione per chiedere l'istituzione di una commissione d'inchiesta per il settore della formazione.

L'iniziativa di Caputo (nella foto, a sinistra) scaturisce dall'attenzione su questo settore non solo della magistratura, ma anche, come sottolinea il parlamentare di FDI, della Corte dei Conti. La magistratura contabile ha sollevato pesanti rilievi in merito alla gestione di somme destinate al pagamento dei fornitori. La mozione nasce anche dalla considerazione che la formazione professionale è da tempo un settore al centro di numerose problematiche relative all'accreditamento degli Enti.

"Credo che a questo punto - dichiara Salvino Caputo - sulla formazione bisogna fare luce sui tanti dubbi più volte sollevati circa la regolarità della gestione delle somme di denaro pubblico erogato dalla Regione. È un settore delicato, che dovrebbe occuparsi di progetti e iniziative per sostenere e aiutare lo sviluppo economico e occupazionale e per creare opportunità di lavoro".

"Ma purtroppo - sottolinea il parlamentare - è diventato un settore dove c'è tanta confusione e manca una visione chiara e limpida".

Sul futuro del settore e sul rischio concreto che 10 mila lavoratori possano ritrovarsi fra tre mesi senza stipendi e lavoro, il parlamentare di FID ha voluto precisare: "Dobbiamo accertare se vi sono irregolarità nella gestione dell'intero settore della formazione in Sicilia e se vi è il concreto rischio di restituzione dei fondi all'Unione Europea".

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×