Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

‘La Memoteca’, un tuffo nel ‘panormismo’

Da tempo aspettavamo una raccolta di storie brevi di marco pomar e siamo stati accontentati. Con “la memoteca”, (pubblicata da gruppo editoriale novantacento, 160 pagine), marco ci fa riflettere sulla psiche tipica del quarantenne italiano, anzi meridionale, anzi palermitano, di oggi. E lo fa con uno stile che appare sempre più convincente e più piacevole di pagina in pagina, di storia in storia, mentre la lettura va avanti.

Gabriele Bonafede

Da tempo aspettavamo una raccolta di storie brevi di Marco Pomar e siamo stati accontentati. Con “La Memoteca”, (pubblicata da Gruppo Editoriale Novantacento, 160 pagine), Marco ci fa riflettere sulla psiche tipica del quarantenne italiano, anzi meridionale, anzi palermitano, di oggi. E lo fa con uno stile che appare sempre più convincente e più piacevole di pagina in pagina, di storia in storia, mentre la lettura va avanti.

Pur partendo da cliché molto conosciuti al “lettore rapido” di oggi (Camilleri e altri), propone, via via, un proprio stile che ricorda le magnifiche Comédias Da Vida Privada di Luiz Fernando Verissimo traslate dall’ambiente brasiliano a quello siciliano. La stessa ironia caustica e lo stesso ritmo spedito ci deliziano insieme a un divertente cinismo nello spacchettare e osservare i comportamenti umani più tipici e quindi, paradossalmente, più inaspettati.

Tra amori urbani e relative (degradanti) scaramucce, piccoli-grandi compromessi della vita in una città troppo dipendente dal politico di turno, ricerca infinita del partner “perfetto”, vacanze da imbecille e descrizioni di villaggi immaginari dal comportamento “estremo”, Marco ci fa ridere delle miserie umane che tutti conosciamo e vorremmo sempre evitare: tutto Verissimo, come l’autore brasiliano di riferimento (assolutamente involontario, provato con domanda precisa e investigativa all’autore, che conferma di non averlo mai letto!... e quindi dimostrando che è tutta farina del suo sacco, totalmente originale e in prima mondiale).

Come altri sagaci osservatori della realtà, nelle poche pagine di ogni piccolo racconto, Marco ci costringe a ridere di noi stessi e delle situazioni odiose e ridicole nelle quali non vorremmo mai trovarci. “La Memoteca”, in effetti, parte come un viaggio sistematico e ironico nelle sensazioni e nei fatti della propria memoria. Ma è una memoria particolare, fin dalle prime battute: quella rifiutata dallo stato conscio e debitamente relegata nell’inconscio. E che si ostina a riapparire nonostante i nostri sforzi per censurarla quanto più possibile. Per questo, molti racconti sembrano rappresentazioni oniriche cinicamente analizzate. Leggendo La Memoteca, si deve ammettere a se stessi che la psiche tende a difendere i meccanismi comportamentali di ogni uomo (e donna!) e a dare, inconsciamente e ostinatamente, un senso a tutto, anche quando è insensato farlo. E proprio quando non si può dare un significato soddisfacente a tutto, Marco è abile a rivoltare il coltello nella piaga finendo per farci ridere, consapevolmente o meno, degli sventurati eroi dei suoi racconti.

Ne consegue che il palermitanissimo gusto del paradosso, anche nella lingua parlata, anche quando è evidentemente un falso acclarato, una caricatura della realtà, è utilizzato da Marco senza pietà e quindi con rinnovato assenso alle conclusioni non scritte ma che il lettore trae da sé.

Senz’altro da leggere, magari in spiaggia e a volte pure a voce alta con gli amici, spero che La Memoteca di Marco Pomar accompagnerà molti in questa estate siciliana che si profila a costi bassi, come quello necessario per acquistare il volume. E alla fine della lettura, resterà la voglia di scoprire la prossima raccolta di piccoli racconti dello stesso autore.

Il volume è stato presentato da Daniele Billitteri e Mario Pintagro a “Una Marina di Libri” a Palazzo Steri, Domenica 3 giugno alla presenza dell’autore, e con letture di Elena Pistillo.

Auguri a Marco e grazie per il divertimento!

 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews