Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Il Palermo prende un punto a Novara

Il palermo targato bortolo mutti convince un po' di più in trasferta, segna persino due reti sfatando uno dei tabù di quest'anno e prende un punto importante per il morale andando a pareggiare 2-2 in casa del novara.

Alberto Prestileo

Il Palermo targato Bortolo Mutti convince un po' di più in trasferta, segna persino due reti sfatando uno dei tabù di quest'anno e prende un punto importante per il morale andando a pareggiare 2-2 in casa del Novara.

Dopo appena 2 giorni dal suo arrivo sulla panchina del Palermo, il neo allenatore rosanero deve subito affrontare la prima partita, ovvero il recupero della prima giornata di campionato che vede in campo il Novara opporsi proprio ai rosa nero tra le propria mura. Quindi doppia sfida per il neo allenatore di Zamparini perché, oltre alla mancanza di tempo per impregnare il proprio stile, deve anche tentare di risolvere il “mal di trasferta” della propria squadra. I piemontesi, così come gli ospiti, non vengono da un periodo felicissimo, nelle ultime tre partite infatti due sconfitte ed un pareggio.

La squadra in maglia viene schierata da Tesser con un 4-4-2 con in porta Ujkani, quindi Morganella, Paci, Ludi e Gemiti. A centrocampo Porcari, Radovanovic, Rigoni e Giorgi, in attacco Rubino e Granoche. Mutti schiera i propri giocatori con un 4-3-2-1 che vede tra i pali l'ormai solito Benussi, Muñoz, Silvestre, Cetto e Balzaretti. In mezzo al campo ci sono Acquah, Migliaccio e Barreto, quindi Ilicic ed Alvarez a sostegno di Budan.

La partita entra subito nel vivo coi padroni di casa che vanno vicinissimi al gol, sfruttando gli enormi buchi lasciati già da subito dalla difesa avversaria. Purtroppo, Giorgi controlla malissimo e grazia Benussi. Il match diventa così gradevole agli occhi del numeroso pubblico di Novara; i rosa riescono a contrastare più che agevolmente gli affondi degli avversari riuscendo anche a trovare qualche spunto per provare a segnare. E proprio al 20' Ilicic, messo sulla destra, rientra sul suo piede e calcia in porta; grazie alla fondamentale deviazione di Ludi, il pallone va alle spalle di Ujkani. Il Palermo mette così a segno il primo gol stagionale lontano dal Barbera, per la felicità dei suoi pochi tifosi saliti dal capoluogo siculo. Da lì in poi la partita entra in una fase di stallo, senza troppe emozione né da una parte né dall'altra. Al 44' c'è però la svolta: Ilicic reagisce ad un fallo subito, l'arbitro vede tutto ed espelle lo sloveno. Rosa in dieci e situazione adesso che diventa particolarmente difficile, riuscendo però ad andare all'intervallo in vantaggio.

Al rientro dagli spogliatoi Mutti mette Aguirregaray al posto di Acquah, secondo cambio dopo quello effettuato nella prima frazione, Cetto-Bacinovic. Per i primi 20' minuti la partita procede senza troppe emozioni. Al 74' però, nonostante siano i padroni di casa a cercare più volte il vantaggio, Bertolo, subentrato ad Alvarez, salta due difensori e riesce a mettere alle spalle dell'estremo difensore di Tesser. Sembra l'esordio perfetto per Mutti ma non è proprio così. Difatti, due brutte notizie arrivano dal campo: Budan ha i crampi e chiede il cambio, ma i rosa hanno finito i cambi, ed inoltre Mazzarani riesce ad accorciare le distanze, grazie anche ad una deviazione. Manca poco tempo alla fine del match ed il Novara si butta quindi tutto in avanti cercando il pari che trova al 40' grazie ad una splendida girata di Rigoni. 2-2 e risultato che s'inchioda fino al 90' quando, dopo che anche Muñoz ha dato forfeit, l'arbitro compie il triplice fischio.

Termina così il recupero della prima di campionato, con le due squadre che possono tirare le somme di questi primi mesi. I neopromossi devono tentare di raggiungere almeno i 17 punti per sperare nella promozione, dato che è difficile pensare di poter recuperare soltanto contando nel girone di ritorno. I siciliani invece riescono a ritrovare un risultato utile dopo le due sconfitte consecutive contro Cesena e Catania e soprattutto dopo l'esonero di Mangia che, dopo aver visto l'andamento della partita, aveva sicuramente ragione quando diceva che il problema trasferta non sussisteva perché avevano affrontato sempre e solo grandi club. Mutti può comunque ritenersi soddisfatto perché senza i tanti infortuni probabilmente il risultato sarebbe stato diverso.

NOVARA-PALERMO 2-2

RETI:20' Ludi autorete, 28' st Bertolo, 32' st Mazzarani, 39' st Rigoni.

 

NOVARA:Ujkani, Morganella, Giorgi (5' st Mazzarani), Paci, Ludi, Gemiti; Porcari, Radovanovic, Rigoni; Rubino (22' st Morimoto), Granoche (13' st Meggiorini). A disposizione: Fontana, Labrin, Garcia, Marianini.

Allenatore:Attilio Tesser.

 

PALERMO:Benussi, Munoz, Silvestre, Cetto (37' Bacinovic), Balzaretti; Alvarez (22' st Bertolo), Migliaccio, Barreto, Acquah (1' st Aguirregaray); Ilicic, Budan.

A disposizione: Brichetto, Della Rocca, Simon, Lores.

Allenatore:Bortolo Mutti.

 

ARBITRO:Daniele Doveri.

 

AMMONITI:Radovanovic, Acquah, Bertolo.

 

ESPULSO:Ilicic al 43' per fallo di reazione.

 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews