Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Fise, chiesto l'annullamento dell'assemblea straordinaria

Le cronache equestri nazionali sembrano vivere ore di tensione politica

Enrico Perez

Le cronache equestri nazionali sembrano vivere ore di tensione politica… e non sportiva. Alcune associazioni affiliate alla Federazione italiana sport equestri aventi diritto a voto, infatti, a quanto ci risulta, nelle ultime ore avrebbero inoltrato una lettera al Ministro per il Turismo e lo Sport Piero Gnudi, al Presidente del CONI Gianni Petrucci, al Segretario generale del CONI Raffaele Pagnozzi e ancora al Senatore Antonio Tomassini, Presidente dell’Associazione Parlamentare Amici del Cavallo, chiedendo l’annullamento dell’assemblea straordinaria per le modifiche statutarie convocata dalla FISE nazionale lunedì prossimo a Lido di Camaiore (Lu). Le motivazioni della richiesta di annullamento fanno riferimento, secondo quanto si legge nella lettera a “una illegittima e irregolare convocazione dell’assemblea”. Sulla convocazione del consesso, in programma a Lido di Camaiore la prossima settimana, è intervenuto anche il Comitato Promotore per la Riforma dello Statuto Fise, che a firma del suo presidente Franco Gallo ha inoltrato una lettera al CONI, al Ministro dello sport e alla Federazione, condannando – secondo quanto riportato dalla nota del Comitato – “le scelte del Consiglio Federale FISE sulle modalità, sul luogo e sui tempi scelti per lo svolgimento dell’assemblea straordinaria, strumentali a comprimere i diritti statutari degli aventi diritto al voto e a eludere ancora una volta le richieste di trasparenza e democraticità”. Il Comitato per la Riforma dello Statuto – continua la nota - “denuncia l’approssimazione, la farraginosità, l’incongruenza, il dilettantismo e l’intempestività ingiustificabili con cui si è proceduto all’introduzione di modifiche per la maggioranza delle norme statutarie vigenti da parte dell’attuale gruppo dirigente federale e invita tutti gli aventi diritto a non rilasciare deleghe in bianco ad alcuno e, qualora lo ritengano comunque necessario, a esercitare di persona il proprio voto”. Un grattacapo non indifferente per il Presidente federale Andrea Paulgross (nella foto), che a tre anni di distanza dalla sua prima elezione sembra non avere gran parte di quel 90% di consensi che lo portarono alla guida degli sport equestri nel 2008 e che a un anno dall’assemblea elettiva per il rinnovo delle cariche si trova a dovere risolvere un problema non di poco conto.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×