Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Matteo Salvini incontra Lagalla per un caffè serale
«Cuffaro e Dell'Utri? Io mi fido del mio candidato»

Il leader della Lega, a Palermo in attesa di un'altra udienza per il processo Open Arms, parla dei patemi del centrodestra ed evita le domande sulle prossime elezioni regionali. «Dove c'è puzza di mafia io mi tengo ben lontano», ha detto il leader del Carroccio

Gabriele Ruggieri

Matteo Salvini torna a Palermo, dove domani affronterà un'altra udienza per il processo Open Arms. Ancora una volta l'occasione è colta per incontrare i suoi e fare quadrato alla vigilia delle elezioni amministrative nel capoluogo di regione, dove la Lega sosterrà sotto il nome di Prima l'Italia la candidatura di Roberto Lagalla. E proprio l'ex assessore regionale incontrerà il leader del Carroccio stasera. «Conto di vedere questa sera Roberto Lagalla per un caffé - dice Salvini - perché domani temo di stare per dieci ore in tribunale e incontrare il prossimo sindaco di Palermo nell'aula bunker non è il massimo della vita. Sono convinto che qui la partita si chiuderà al primo turno, il 12 giugno».

Ancora aperta tuttavia la partita sulle divisioni all'interno del centrodestra, con la decisione così tardiva di un candidato unico per la coalizione che è sintomatica di un malumore strisciante anche a livello nazionale, tanto che alla domanda su un eventuale incontro con il presidente della Regione Nello Musumeci, Salvini glissa: «Sono a Palermo e vedo il candidato sindaco. Siamo concentrati sulle Comunali, dal 27 giugno si può parlare di tutto il resto - aggiunge - Siamo al governo in Sicilia, e lavoriamo fino all'ultimo giorno. Quello che penso io di Nello Musumeci non conta. Per la Sicilia comunque non deciderà Roma o Milano, l'importante è che il centrodestra abbia le idee chiare, che vada unito e che si ascoltino e si rispettino tutti».

Salvini è intervenuto anche sulle voci critiche nei confronti di Lagalla e dei suoi rapporti con Totò Cuffaro e Marcello Dell'Utri. «Dove c'è puzza di mafia io mi tengo ben lontano, le liste di Prima l'Italia sono fatte di donne e uomini per bene. Mi fido di Lagalla, sarà lui a giudicare chi coinvolgere e chi no. Diciamo che preferisco che per la Sicilia decidano altri e non le persone che ha citato».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×