Droga, cinque arresti tra Cefalù e Monreale
Sequestrati due chili di marijuana e hashish

Redazione

Cronaca – Tre diversi interventi dei carabinieri hanno portato in manette un giovane a Misilmeri, due fratelli a Monreale e altri due uomini nella cittadina normanna, questi ultimi trovati anche in possesso di 1,5 grammi di cocaina

Più di due chili di marijuana sono stati sequestrati in tre diverse azioni da parte dei carabinieri tra Cefalù e Monreale. A Misilmeri è finito in manette Giuseppe Pizzo, 24enne palermitano, colto in flagranza di reato. Nella sua abitazione sono stati trovati 500 grammi di hashish e trenta di erba, in parte già sigillata e stoccata, pronta per la vendita, oltre a un bilancino e a materiale per il confezionamento della droga. 

Due fratelli, anche loro palermitani, S.D.C. e G.D.C. di 42 e 27 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Monreale con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di marijuana. In un magazzino riconducibile ai due è stata trovata una busta con oltre un chilo di droga. I fratelli sono stati posti ai domiciliari in attesa del processo.

Infine a Cefalù, ieri pomeriggio, sempre i carabinieri, hanno arrestato due ragazzi: Rocco Zappalà, 24 enne di Vittoria (Rg) e Abdelkabir Lahmama, 35 enne di origini marocchine. I due, a bordo di una fiat punto, condotta da Zappalà, sono stati trovati in possesso di otto panetti di hashish del peso di 800 grammi e di un involucro di cocaina del peso di 1,5 grammi. Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Termini Imerese in attesa del rito direttissimo, a seguito del quale è stato disposto per entrambi l’obbligo di dimora.