Foto di: gaspare ingargiola

Amat, botta e risposta Ferrandelli-Chinnici
«Stop a nuove linee tram», «Demagogia»

Redazione

Cronaca – Mentre dall'opposizione si chiede di rivedere il Patto per Palermo e bloccare le procedure delle nuove tratte la maggioranza a Sala delle Lapidi bolla come cose impossibili da realizzare: «Sono somme vincolate»

«Anche l’Amat è a rischio fallimento. Per questo chiedo che vengano bloccate tutte le procedure per la realizzazione delle nuove linee di tram e si opti per l’acquisto di nuovi autobus ecologici per collegare le periferie». Questo il messaggio lanciato da Fabrizio Ferrandelli, membro dell’opposizione a Palazzo delle Aquile che oggi ha inviato nota ufficiale al sindaco Orlando per chiedere il blocco delle procedure di progettazione e delle gare d’appalto.

«Come possiamo anche solo pensare di realizzare le nuove linee di tram se Amat certifica una perdita strutturale di 10 milioni di euro annui, dopo l’entrata in esercizio delle linee attuali? Non esiste inoltre un piano propedeutico dei desideri di mobilità dei cittadini – precisa Ferrandelli - per cui le nuove tratte sono linee tirate a casaccio sulla città che, oggi, non può permettersi altra improvvisazione e nuovi cantieri decennali, senza risolvere il vero nodo della mobilità. Per collegare innanzitutto le periferie, a cui sono state tagliate troppe linee – spiega il consigliere - la mia proposta è quella di acquistare 200 autobus ecologici, da immettere subito su strada, con la stessa cadenza del 101 in centro».

Ferrandelli insiste sul rivedere i termini del Patto per Palermo e rimodulare gli investimenti per renderli più aderenti alle reali necessità dei palermitani e alle attuali disponibilità economiche di comune e controllate.

Non ci sta il capogruppo del Pd a sala delle Lapidi Dario Chinnici che bolla le affermazioni di Ferrandelli come «soluzioni demagogiche» che «vengono sempre smentite dai fatti. L'attacco di Ferrandelli alle nuove linee tram stupisce soprattutto perché la sua proposta, cioè l'acquisto di autobus attraverso i fondi del Patto per Palermo, è irrealizzabile. Quei fondi sono già vincolati per l’ampliamento dell’attuale reta tranviaria. Sono somme che non posso essere utilizzate per altri capitoli di spesa».

«Vorrei ricordare a Ferrandelli - prosegue il capogruppo dem - che il Comune sta acquistando 122 nuovi autobus che vedremo presto in circolazione. Dunque piuttosto che proporre soluzione demagogiche Ferrandelli si faccia carico, insieme a me, di fare pressioni sulla Regione affinché sblocchi i 50 milioni di euro di credito che l'Amat ancora attende».