San Lorenzo, fatta luce su due rapine
La polizia arresta suocero e genero

Redazione

Cronaca – A tradirli le similitudini tra i due episodi, il modo di operare e la vicinanza geografica dei luoghi. Le vittime sono stato assalite sotto la propria abitazione, dopo aver effettuato un prelievo in banca. Guarda il video

Due uomini, suocero e genero, sono stati arrestati per due rapine, una tentata e l’altra portata a segno, avvenute nei primi mesi dell’anno nel quartiere San Lorenzo. Ad accomunare i due episodi, apparentemente slegati, il modo di operare molto simile e la vicinanza geografica dei luoghi delle due aggressioni. Le vittime, infatti, sono stato assalite sotto la propria abitazione, subito dopo aver effettuato un prelievo in banca.

I poliziotti del commissariato di San Lorenzo, dopo un’analisi minuziosa delle immagini, sono riusciti a rintracciare similitudini e ricondurli agli stessi autori. Ai domiciliari sono finiti così Santo Fasone, 50enne, e  Francesco Agnello, 34enne, tra loro suocero e genero. Fasone è accusato di avere partecipato ad entrambi gli episodi delittuosi, Agnello, soltanto al secondo.

Nell’ordine, lo scorso 19 gennaio, due coniugi che avevano effettuato delle operazioni bancarie, furono raggiunti sull’uscio della loro abitazione, nell’atto di fare rientro a casa nella zona di San Lorenzo, ma la rapina è fallita per la loro inattesa reazione. Il successivo 1 febbraio, un pensionato, dopo aver prelevato 1300 euro in un altro istituto bancario, ma ricadente nella stessa zona della banca del primo episodio delittuoso, fu raggiunto, immobilizzato e privato del denaro.