Francesco Bertolino passa al Partito Democratico
«Contribuire senza demandare le responsabilità»

Redazione

Politica – Il capogruppo di Palermo 2022 al Consiglio comunale è il primo a seguire la rotta tracciata prima delle elezioni politiche dal sindaco Leoluca Orlando. E la geografia dei gruppi consiliari in sala delle Lapidi potrebbe ridisegnarsi

Si aspettava un passo da parte degli orlandiani in Consiglio comunale dopo l'adesione del sindaco al Partito Democratico e, dopo la difficile tornata elettorale, un piccolo segnale è arrivato. A compiere il primo passo è Francesco Bertolino, capogruppo di Palermo 2022 in Sala delle Lapidi, che annuncia il proprio passaggio tra le fila dei dem. 

«Provare a dare il proprio contributo di tempo, di passione per la politica e di impegno per il bene comune, stando dentro un partito e non fuori». Si apre così la nota in cui Bertolino comunica la propria decisione, che verrà ufficializzata nel pomeriggio con una conferenza stampa al palazzo di Città. «Lo farò con un gruppo di amici che desiderano con me iniziare questa nuova avventura, accomunati dalla figura e dall'esempio di Antonino Caponnetto, che ci ha insegnato ad impegnarci in prima persona, senza demandare ad altri la responsabilità».

Prima di lui il solo Totò Orlando, presidente del Consiglio comunale, aveva ventilato la possibilità di adesione al Pd, pur senza un passaggio concreto. Si attende solo di capire quanto si allineeranno alla decisione del consigliere e come questo potrà ridisegnare gruppi ed equilibri nella geografia di Sala delle Lapidi.