Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Telimar, il ritorno inizia con un ko
Pescara si impone 9-5 sui siciliani

La squadra siciliana viene sconfitta dagli abruzzesi e resta ferma in bassa classifica a quota 11 punti. Il team manager Lombardo: «Non siamo stati bravi. Chiaramente dobbiamo reagire se vogliamo salvarci»

Luca Di Noto

Comincia con una sconfitta il girone di ritorno del Telimar. La squadra di mister Piccione viene messa ko nella piscina di Pescara dai padroni di casa, capaci di imporsi con il risultato di 9-5, costringendo i palermitani a restare fermi a quota 11 punti in classifica.

Gli abruzzesi si portano avanti nei secondi iniziali con D’Aloisio, ma i siciliani reagiscono prontamente con la rete di Lo Cascio che vale il momentaneo pari e poi con la realizzazione di Lisica, che consente ai suoi di chiudere sull’1-2 il primo parziale. Il sette dell’Addaura allunga con Galioto, ma i padroni di casa reagiscono con le reti di Delas (su uomo in più), Prosperi e Di Nardo, che valgono il 4-3 a metà gara.

Al rientro in acqua, gli abruzzesi continuano ad allungare grazie ai gol di Di Fulvio e De Ioris, che portano il risultato sul 6-3. Lo Dico, in superiorità, riduce le distanze, ma Di Fulvio e Di Nardo portano il risultato sull’8-4 alla terza sirena. Nell’ultimo quarto, Di Fulvio porta a nove le reti dei padroni di casa, mentre De Caro firma il gol del definitivo 9-5.

Al termine del match, il team manager del Telimar, Gaetano Lombardo, commenta così gli obiettivi dei suoi: «Il girone di ritorno inizia nello stesso modo in cui è finito il girone di andata, con una scarsa prestazione da parte dell’attacco. La difesa tiene abbastanza bene, mentre dall’altro lato ci sono troppe occasioni sprecate, troppi gol sfumati; e il risultato ci penalizza. È chiaro che la squadra deve reagire se vogliamo salvarci». Sulla sfida di oggi, invece, nessuna difficoltà ad ammettere i meriti degli avversari: «Abbiamo giocato contro una formazione ben strutturata che rispetto alla prima di campionato è cresciuta moltissimo grazie anche agli innesti e che oggi non ci ha fatto sconti, capitalizzando tutte le occasioni che le si sono presentate davanti. Noi non siamo stati così bravi, abbiamo peccato in attacco. Archiviato questo periodo negativo, da sabato prossimo ci deve essere un’inversione di marcia per ottenere quei punti che ci faranno stare tranquilli».

Pescara N e PN-Telimar 9-5
Parziali
: 1-2; 3-1; 4-1; 1-1.

Pescara: Cappuccio, Di Nardo 2, Sarnicola, Di Fulvio 3, De Loris 1, Magnante, Giordano, Provenzano, Di Fonzo, D’Aloisio 1, Delas 1, Prosperi 1, Febbo. All. Mammarella.

Telimar: Sansone, Lisica 1, Galioto 1, Di Patti F., Di Maio, Geloso C., Giliberti A., De Caro 1, Lo Cascio 1, Puglisi, Lo Dico 1. All. Piccione.

Arbitri: Marco Cataldi di Fermo (AN) e Mauro Luciani di Tolentino (MC).

Note: Superiorità: Pescara 4/9; TeLiMar 2/7.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×