Chiudi ✖
15

ThisQuiteArmy e The Star Pillow al Fabbrica 102
Pionieri della scena sperimentale ambient-post rock

Redazione

Cultura e spettacoli – Gli artisti da più di quindici anni e si impongono come protagonisti stabili della scena indie europea e d’oltreoceano. Si esibiranno al locale di via Monteleone 32 domani, 25 novembre, a partire dalle 22.30

Un sabato all’insegna della musica ambient alla Fabbrica 102, con artisti internazionali e nazionali che hanno maturato esperienza da più di quindici anni e si impongono ormai come protagonisti stabili della scena indie europea e d’oltreoceano. Thisqueitarmy e The Star Pillow si esibiranno al locale di via Monteleone 32 domani, 25 novembre, a partire dalle 22.30.

Thisquietarmy è il progetto del chitarrista canadese Eric Quach, pioniere della scena sperimentale canadese. Combinando elementi melodici, strutturali e ritmici di ambient - post-rock - shoegaze, Thisquietarmy crea un'ampia gamma di scenografie dinamiche che oscillano tra il minimalismo sognante e le pareti fortemente stratificate di suono. Dal 2005 Thisquietarmy ha pubblicato oltre 40 releases in più di 25 etichette in tutto il mondo (Consouling Sounds, Denovali, Aurora Borealis, Alien8 Recordings, Shelter Press, etc) e si è esibito quasi 500 volte in 40 paesi del mondo.

The Star Pillow è il progetto sperimentale con influenze ambient-drone del chitarrista Paolo Monti, nato nel 2007 e principalmente basato sulla ricerca di espressione e relazione tra suono, spazio ed emozioni umane. The Star Pillow attualmente ha pubblicato unidici album su etichette come Time Released Sound, Midira Records, Paradigms Recordings, Dead Vox, Setola di Maiale, Taverna Records, Laverna, etc. Suona ininterrottamente in diversi tour e concerti in tutta Europa (Italia, Sardegna compresa, Francia, Svizzera, Slovenia, Ungheria, Belgio, Austria, Olanda, Germania, Polonia, Lettonia, Estonia e Finlandia).

Ha preso parte a diversi festival internazionali, collabora con il pianista Federico Gerini (in molti live e ben quattro album, di cui uno con l'ex Detonazione Bruno Romani) e con il regista Roberto Beani del collettivo Zimmerfrei. Ha inoltre firmato la colonna sonora dei film "Nascono i Fiori" (Mauro Bartoli), "Tutta colpa di una ragazza alimentata ad elio" (Giancarlo Fruzzetti) e collaborato con la regista Cristina Picchi.