Chiudi ✖
15

Successo per lo street food palermitano a Washington
Una cena per quattrocento persone tutta made in Sicily

Alessia Rotolo

Costume e società – Lo chef Francesco Lelio ha cucinato dal vivo alcune tra le più famose espressioni del cibo di strada siciliano, preparato esclusivamente con ingredienti del nostro territorio per valorizzare al meglio le eccellenze gastronomiche

Ieri sera l'Ambasciata Italiana a Washington si è tinta di rosa  e di nero e lo Street Food Fest è stato protagonista grazie alla settimana della cucina italiana promossa dal ministero degli Affari Esteri e dal Mipaaf, ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Così quattrocento commensali tra diplomatici, operatori del settore e illustri cittadini italo americani hanno mangiato arancine al burro e alla carne, pane con panelle e crocché, verdure in pastella, sfincione palermitano, e per concludere in bellezza il dolce più iconico: sua maestà il cannolo. Il tutto preparato sotto la direzione dello chef palermitano Francesco Lelio, che è anche il direttore tecnico di Street Food Fest. Ha cucinato dal vivo alcune tra le più famose espressioni del cibo di strada siciliano, preparato esclusivamente con ingredienti del nostro territorio per valorizzare al meglio le eccellenze gastronomiche.

Un evento dove i colori e i sapori della nostra terra l'hanno fatta da padrone. La manifestazione è stata curata dalla società palermitana AdMeridiem, già ideatrice e proprietaria del marchio dell'evento Street Food Fest, che ha portato le eccellenze del cibo di strada siciliano a Washington ed è stato un successo. L’organizzazione dell’evento è stata pensata come uno Street food Fest all’interno dell’Ambasciata Italiana degli Stati Uniti. L’obiettivo è quello di promuovere la cultura gastronomica di Palermo e della Sicilia, attraverso la valorizzazione dei prodotti locali e la presentazione delle ricette del cibo di strada.

Un’azione mirata, quella messa a punto dall’Assessorato alle Attività Produttive per incrementare l’internazionalizzazione del sistema produttivo regionale nel quadro di un progetto che punti all’internazionalizzazione delle PMI (piccole e medie imprese) del territorio con eventi come Street Food Fest basato sull’aggregazione di imprese virtuose. È stato un evento di degustazione con un obiettivo ambizioso, quello di rafforzare la presenza del sistema economico produttivo delle PMI regionali su mercati internazionali e di grande interesse come quello statunitense.