Chiudi ✖
15

Grande successo per il Palermo Comic convention
In migliaia di sera per concerto di Cristina D'Avena

Massimo Gucciardo

Cultura e spettacoli – Venerdì la prima delle tre giornate della manifestazione dedicata a fumetti, cartoon, videogames, letteratura fantasy, cultura pop e nerd. Buone l'affluenza di pubblico e l'entusiasmo per gli eventi che hanno coinvolto l'attrice americana Holly Marie Combs

L'allegra e colorata invasione della Fiera è iniziata. La prima giornata della terza edizione del Palermo Comic convention è trascorsa tra gli affollati e accaldati stand del padiglione 20, il cuore della kermesse, dove i ventilatori (comunque più numerosi del passato) hanno alleviato parzialmente la calura, con le aree esterne - decisamente più ventilate - che si sono trasformate in un sicuro rifugio per i visitatori. I numeri complessivi si sapranno solo al termine del weekend, ma dall'organizzazione fanno sapere che c'è stato un incremento del 25 per cento delle vendite degli abbonamenti online rispetto al 2016.

Holly Marie Combs

Holly Marie Combs

Holly Marie Combs

Cristina D'Avena

Cristina D'Avena

Decisamente apprezzate le nuove aree, in special modo gli incontri con gli youtuber (ad esempio Victorlaszlo88 e AnnalisaSuperStar), ma ben frequentati anche i tradizionali stand di editori e di venditori di ogni sorta di gadget, oltre alle postazioni di gioco (soprattutto Guitar hero). Leggermente in flessione il numero di cosplayers, penalizzati forse dal giorno di scuola. E sempre a questo proposito, quest'anno non si registra un personaggio o una serie predominante, ma una piacevole varietà. 

Tanti gli angoli e gli oggetti curiosi, dalle scenografie a tema Harry Potter (la sedia col cappello parlante, la cella di Sirius Black, il muro del binario 9 e 3/4) all'R2-D2 a grandezza naturale proposto dalla 501esima Legione (il più famoso tra i fan group di Star Wars). E ancora un robot della serie Gundam alto quasi quattro metri e la statua in argilla di Holly Marie Combs, la star della manifestazione. L'attrice di Streghe (e attualmente di Pretty little liars) si è concessa ai fan per il consueto rito delle foto, parlando poi con i giornalisti del suo rapporto con la serie che l'ha resa famosa e del suo primo approccio con Palermo, specificando di aver apprezzato particolarmente la spiaggia di Mondello.

Meno frequentata ma decisamente interessante la zona delle mostre al padiglione 11, con l'esposizione di illustrazioni e disegni di vari artisti. Tra questi il provocatorio - anzi, urticante - artista spagnolo Luis Quiles, e Alonso Rojas, autore dal tratto pulito in stile manga noto su internet per il webcomic Gotho Namite. Si fanno ammirare anche una piccola raccolta di copertine de Il Giorno dei ragazzi (alcuni riportano le prime storie del Cocco Bill di Jacovitti), la nuova graphic novel di un autore emergente come Andrea Settimo, Cardo/Decumano, e i disegni di Marco Corona ispirati alla famosa pittrice messicana Frida Kahlo. 

Ma l'evento più atteso è stato senza dubbio il concerto di Cristina D'Avena. La cantante bolognese ha attratto un pubblico eterogeneo, coinvolgendo almeno 3-4mila fan di tutte le età con le sigle dei più famosi cartoni animati degli ultimi 30 anni, praticamente tutti cantati a squarciagola. Per oltre un'ora grandi classici come I Puffi, Kiss me Licia, Rossana, Occhi di gatto si sono alternati ad alcuni prestiti artistici come Dragonball, I cavalieri dello Zodiaco e Pokemon, e a sigle meno note (vedi Bobobobs). Inoltre Cristina ha proposto un paio di sue canzoni nuove non legate al mondo dell'animazione.

Oggi e domani si continua con nuovi incontri con professionisti del settore e gli spettacoli live dal palco (stasera è il turno del Disney tribute show con Alessandra Raven), aspettando le gare di cosplay (domani quella dedicata ai professionisti) che vedranno tra i giudici la perfomer francese Nikita, personaggio molto noto tra gli appassionati e presenza fissa nei concorsi internazionali.