Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Argiroffi rinuncia alla vicepresidenza in Commissione
Catania: «Le ho chiesto formalmente di ripensarci»

Al gruppo consiliare del M5s non è andato giù il sistema con cui sarebbero state assegnate presidenze e vicepresidenze, per questo hanno chiesto alla consigliera di fare un passo indietro. Invito raccolto dall'architetta, che ne spiega le ragioni in un post sui social. Ma il posto resta vacante

Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

Giulia Argiroffi rifiuta la vicepresidenza della commissione Urbanistica. Alla consigliera del Movimento 5 stelle, come anche ai suoi colleghi di gruppo, non è andata giù la spartizione delle cariche nata, secondo quanto sostenuto dai pentastellati, da un accordo tra la maggioranza e l'opposizione ferrandelliana. I cinquestelle, infatti, come affermato già qualche giorno fa dal capogruppo Ugo Forello, aspiravano, visto il numero di voti raccolti, almeno a un paio di cariche e in ogni caso avrebbero gradito un maggiore coinvolgimento nel processo decisionale. 

«Il gruppo consiliare del M5S di Palermo - spiega Argiroffi in un post - non condivide la logica di spartizione che, sotto gli occhi di tutti, questo consiglio comunale ha adottato come unica modalità per prendere decisioni dal 7 agosto a oggi. Questo il motivo per cui il gruppo ha deciso che io non avrei accettato l’incarico di vicepresidenza delle seconda commissione, che come preannunciato dai giornali nei giorni scorsi e come si vociferava nei corridoi di palazzo delle Aquile, mi sarebbe stato conferito per effetto di votazione, oggi».

Intanto in commissione Urbanistica, non si è cercato un sostituto di Argiroffi, che è comunque stata eletta, nella speranza di un ripensamento di quella che, di fatto, è la componente con più esperienza sotto l'aspetto tecnico, viste anche le sue lauree in architettura e ingegneria. «Ho chiesto formalmente alla consigliera Argiroffi di ripensarci - dice Giusto Catania, altro componente della commissione - anche perché credo che sia importante per Palermo il suo contributo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×