Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Pulizia strade, le periferie sono in abbandono
La denuncia è della neoconsigliera Figuccia

«Ricevo tantissime segnalazione relative alle strade sporche della nostra città» dice Sabrina Figuccia, che ha appena lasciato Forza Italia. Il motivo starebbe nel contratto di servizio tra Rap e Comune, dove lo spazzamento quotidiano viene effettuato solo per le strade del centro storico, vale a dire il 4 per cento del totale

Redazione

Foto di: Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

«Tantissime le segnalazioni relative alla pulizia delle strade della nostra città, che da tempo ormai vive una condizione di totale abbandono, particolarmente evidente soprattutto nelle periferie». Ad affermarlo è Sabrina Figuccia, consigliera comunale di Palermo, che nei giorni scorsi ha abbandonato il gruppo di Forza Italia per approdare al Gruppo Misto. 

«Ho già iniziato a segnalare caso per caso - aggiunge - ma comprendendo immediatamente che non si può procedere per emergenze, mi sono da subito interrogata per capire quali fossero le ragioni di un simile degrado. La motivazione è tanto semplice quanto aberrante e risiede nel contratto di servizio fra il Comune di Palermo e la Rap. Basta leggere attentamente il contratto - denuncia - per scoprire che l'allegato A4 stabilisce quali sia la frequenza di spazzamento per ogni tipologia strada, partendo dalle strade di serie A, che meritano di essere pulite ogni giorno, per arrivare a quelle di serie che chiamerei indefinita che vengono invece pulite con cadenza mensile e oltre». 

E in effetti, a leggere il contratto di servizio, le strade interessate dallo spazzamento quotidiano (con scopa e paletta o mezzi a motore) sono solamente il 4 per cento del totale - vale a dire circa 50 chilometri di tessuto urbano. Mentre per le periferie interessate in ogni caso da «bassa intensità di traffico e a prevalente componente veicolare» la pulizia viene effettuata ogni 15 giorni: vale a dire il 30 per cento del totale, ovvero 360 chilometri

Per Figuccia si tratta di «un'evidente discriminazione che nasce da una precisa volontà di questa amministrazione, impegnata a creare nuove tasse per fare cassa, senza rispettare i diritti dei cittadini. Giorno 21, data prevista per la prossima seduta in Consiglio comunale dopo le due precedenti sfumate a causa delle beghe fra i miei colleghi per poltrone e poltroncine - conclude -, presenterò una mozione urgente affinché si ponga fine a una simile ingiustizia». Sempre che il Consiglio, ben inteso, riesca ad avviarsi

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×