Chiudi ✖
15

Palermo, il difensore Dawidowicz si presenta
Preso anche il portiere Pomini dal Sassuolo

Luca Di Noto

Sport – Il giocatore polacco è stato presentato in conferenza: «L’obiettivo è la serie A, nella difesa a tre posso giocare ovunque. Il caldo? Non è un problema, lo conosco già». Intanto i rosa hanno ufficializzato l’arrivo di un altro numero uno

Nel day after della bella vittoria in Coppa Italia contro la Virtus Francavilla, il Palermo continua a essere molto attivo sul mercato. Questa mattina, infatti, è stato presentato il nuovo acquisto Pawel Dawidowicz, difensore polacco proveniente dal Benfica. A introdurlo è stato il direttore sportivo rosanero Fabio Lupo: «Dopo il suo acquisto è evidente che qualcuno si è posto il dubbio: come mai arrivano tre giocatori tutti dalla Polonia? Però quando sono arrivati al Milan Gullit, Van Basten e Rijkaard nessuno se lo è chiesto. A parte la battuta, per certi aspetti è fondamentalmente una casualità derivante da una mia conoscenza del calcio polacco ed europeo in generale. Loro sono giocatori che hanno fatto le Nazionali giovanili e quindi conosciuti dall’allenatore. Fra le altre cose sono giocatori che hanno anche un percorso all’estero». Lo stesso dirigente ha spiegato alla stampa la genesi di un acquisto: «Dobbiamo uscire dalla cultura del sospetto, io sono un interlocutore disponibile e posso spiegare tutte le operazioni. Errori ce ne sono stati e ce ne saranno sempre, ma cerchiamo di fare calcio in una certa maniera. Il percorso attraverso il quale si costruisce un’operazione è molto tecnico, lineare e di grande condivisione con il mister Tedino».

Il mercato si sta concentrando soprattutto sulla difesa anche perché il Palermo ha dovuto rinunciare a Ingegneri, vittima di un infortunio durante il ritiro austriaco: «Dopo l’infortunio di Ingegneri cercavamo un giocatore duttile nella sua specificità – spiega ancora Lupo –. Lo abbiamo trovato in Szyminski e quella tipologia di giocatore si è incastrata subito bene. Dawidowicz invece ha le caratteristiche che cercavamo di fisicità, di presenza e di alternativa nel ruolo di centrale. Lui è pure molto duttile e questo è un requisito che ci ha convinto a prenderlo. Ha giocato come difensore destro, centrale e centrocampista. La duttilità è una caratteristica che abbiamo cercato in tutti i giocatori». Alla fine del mercato mancano ancora più di venti giorni, la rosa a disposizione di mister Tedino è praticamente completa ma il Palermo resta vigile: «Non ci saranno grossi stravolgimenti da qui in poi, ovviamente qualche aggiustamento ci sarà. I quindici giorni che andranno da Ferragosto in poi – conclude il direttore sportivo – possono creare delle situazioni tali per cui possono esserci possibilità interessanti, ma sempre a fronte di un equilibrio con il mercato in uscita».

A prendere la parola poi è stato Dawidowicz, che ha così spiegato il suo ruolo in campo: «Nella difesa a tre posso giocare in tutte le posizioni, ma questo lo deciderà il mister, perché a lui voglio dimostrare che sono a completa disposizione. Tutto dipenderà dal mister, se mi capiterà di giocare con Murawski mi troverò di sicuro molto bene». Avversario da fronteggiare in questi giorni sul campo di allenamento è sicuramente il caldo, cosa che però non spaventa il giocatore polacco: «Il caldo lo conosco perché l’ho già provato al Benfica e anche lì ci sono queste temperature. Con i miei connazionali mi trovo benissimo, si tratta di un grande aiuto. È più facile stare assieme, ma vorrei avvicinarmi anche a tutti i giocatori italiani per imparare bene la lingua». Anche l’intensità degli allenamenti è qualcosa che stimola particolarmente il giocatore: «Li trovo a un livello altissimo, così come è il livello della squadra. Ieri abbiamo vinto 5-0 e sono contentissimo perché vuol dire che va tutto bene».

Anche l’ex Benfica si sbilancia non poco sugli obiettivi di quest’anno: «Il nostro obiettivo primario è quello di tornare in serie A. Si tratta di un’opportunità grandissima perché se vinciamo sarà un trionfo di tutti». Il calciatore ha scelto la maglia numero 28 ed è pronto a mettersi in gioco: «Ogni partita ci porterà una grande esperienza, per capire come lavorare sotto una grande pressione. Voglio portare la mia esperienza qua – conclude infine Dawidowicz – e dare il mio contributo». Intanto, a proposito di Palermo vigile sul mercato, quest’oggi il club di viale del Fante ha annunciato l’ingaggio del portiere Alberto Pomini dal Sassuolo. Il suo acquisto era ormai una formalità, ma la società ha aspettato il giorno successivo alla gara di Coppa Italia per annunciarlo ufficialmente. Il calciatore ha firmato un contratto biennale fino al 30 giugno 2019.