Chiudi ✖
15

Foto di: CiaoComo

Palermo, nuova linfa sulle corsie esterne
Rolando: «Chance importante, darò tutto»

Antonio La Rosa

Sport – A Bad il ds Lupo ha presentato l'esterno classe 1995 che ieri, in occasione della prima uscita stagionale dei rosanero, si è messo in evidenza in qualità di laterale sinistro realizzando anche una doppietta. Nestorovski, intanto, non si lascia condizionare dal mercato: «Penso a rimanere e riportare la squadra in serie A»

Due gol, capacità di proporsi anche come assist-man e intraprendenza sull’out sinistro. È il biglietto da visita esibito ieri pomeriggio, in occasione della prima uscita stagionale del Palermo, da Gabriele Rolando, esterno classe 1995 che il club di viale del Fante ha prelevato dalla Sampdoria con la formula del prestito con diritto di riscatto. Il neo-acquisto, reduce dall'esperienza in prestito al Latina e sponsorizzato dal ds Lupo con il quale ha condiviso qualche anno fa in Liguria la gioia dello scudetto Allievi Nazionali con i blucerchiati, nel test contro l’FC Bad Kleinikrchheim ha lasciato il segno in qualità di esterno sinistro di centrocampo. «Mi trovo molto bene sia nel 3-4-3 sia nel 3-5-2 e sono un giocatore in grado di ricoprire tutta la fascia – ha sottolineato il neo-acquisto rosanero dal ritiro in Carinzia – preferisco giocare a destra ma posso esprimermi anche come laterale sinistro, ruolo che ho già fatto in passato anche se negli ultimi due anni ho agito sulla fascia opposta. Mi adatto senza problemi alle esigenze del mister e sono a sua completa disposizione. La doppietta di ieri? Il gol è una soddisfazione a titolo personale ma conta innanzitutto il bene del collettivo». Un collettivo che il tecnico Tedino sta iniziando a plasmare a sua immagine e somiglianza: «Piano piano ci stiamo conoscendo tutti e, grazie al lavoro e agli allenamenti, migliorerà l’intesa con i compagni. Il mister ci ha messo già del suo e in campo vuole che noi giocatori dialoghiamo».

Segni particolari di Rolando? L’entusiasmo, tratto distintivo anche degli altri volti nuovi rosanero: «Palermo per me è un’occasione importantissima dopo avere fatto la gavetta. Ruberò qualcosa ai miei compagni allenamento dopo allenamento. È un anno importante, darò il massimo e, anche se non sarà facile, cercherò di mettere il mister in difficoltà nelle sue scelte». La concorrenza non è un problema: «I ballottaggi ci saranno davanti ma anche in altre zone del campo. Non ho paura, sono a disposizione e mi giocherò tutte le carte possibili».  Oltre a Rolando, presentato questa mattina a Bad dal ds Lupo, anche Nestorovski (autore di quattro gol) si è messo in evidenza ieri nel primo test stagionale: «Sono contento per i gol realizzati ma lo sono di più perché già si vede un gruppo – ha spiegato al sito ufficiale rosanero - la fascia di capitano indossata ieri mi ha reso felice, è stata una bella soddisfazione ed è anche una motivazione in più per lavorare. Ringrazio Zamparini che mi ha dato fiducia». Nonostante i rumors di mercato, il bomber macedone è considerato incedibile dalla società rosanero: «Ho un contratto (fino al 2019, ndr), sono pronto a rimanere. Adesso non penso al mercato ma solo agli allenamenti da sostenere oggi. Tedino? Si vede che è un allenatore a cui piace proporre un bel calcio. Il nostro obiettivo è quello di ritornare subito in A, lo meritano la città e i tifosi».

La squadra, intanto, oggi ha sostenuto una seduta mattutina. Dopo i trattamenti fisioterapici e il riposo precauzionale in seguito al lieve affaticamento di ieri – informa il sito palermocalcio.it – Rispoli è tornato ad allenarsi con i compagni. Bentivegna ha intensificato il lavoro differenziato, programma a cui si sono dedicati anche Balogh ed Embalo, assenti nell’amichevole di ieri come il jolly offensivo di Sciacca. Struna, Posavec, Silva e Pirrello hanno svolto un differenziato e si sono sottoposti alle cure dei fisioterapisti. Terapie (a scopo precauzionale) anche per Accardi che ieri ha rimediato una contusione alla caviglia destra. Lavoro atletico personalizzato, invece, per Coronado. Dopo il percorso fisioterapico, inoltre, Aleesami ha effettuato una risonanza magnetica che ha confermato il sovraccarico funzionale al compartimento mediale del ginocchio sinistro. È lo stesso ginocchio al quale sabato si è infortunato Ingegneri che ha lasciato il ritiro di Bad e che è già ricoverato a Novara per gli esami diagnostici e la consulenza chirurgica del caso con il dottor Battistella.