Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Festino con la Santuzza sovrastata dai Canadair
Orlando: «Il volto di Palermo è la leggerezza»

Tutto pronto per la 393esima edizione della festa in onore di santa Rosalia. Il carro a breve partirà da Palazzo dei Normanni per percorrere corso Vittorio Emanuele e arrivare a mare. Questa mattina incontro interreligioso a Palazzo Vescovile. Guarda le foto

Andrea Turco

È tutto pronto per il Festino, in onore dell'amata santuzza protettrice della città: viva Palermo e santa Rosalia è il coro che da qui a domani echeggerà nelle strade e nelle chiese. Il tema dell'edizione numero 393 sarà la leggerezza. Il carro è stato disposto intorno alle 16 nella zona del Cassaro, di fronte villa Bonanno. Lì la statua, alta due metri, verrà mossa e darà il via al tradizionale corteo fino al mare. Il carro quest'anno è più spoglio, simbolo di una Palermo che si libera delle zavorre del passato e guarda al futuro grazie ai giovani.

Tra le pollanche, apprezzate nonostante il caldo, e un cane poliziotto che setaccia il carro alla ricerca di eventuali ordigni l'effige della santa viene sovrastata più volte dai canadair che provano a spegnere l'incendio divampato a monte Caputo, sopra la Conigliera, dove la fiamme divampano da questa mattina. Attorno al carro ci sono poi i ragazzi della guardia marina nazionale che ne sorvegliano il perimetro, la croce rossa che dà assistenza, la polizia municipale agli ingressi di corso Vittorio, in lontananza polizia e ambulanza ... e poi più turisti che palermitani, i quali invece affronteranno poi la processione che partirà a breve. 

Questa mattina intanto il sindaco Leoluca Orlando ha partecipato all’incontro promosso, in occasione del Festino di santa Rosalia, dall’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice «per invitare ed accogliere i rappresentanti di tutte le confessioni religiose, le autorità civili e consolari per un incontro di fraterna amicizia, a testimonianza dell’armonia, della pace e della solidarietà tra gli uomini». L'incontro si è svolto a Palazzo Arcivescovile dove era presente, tra gli altri, anche Delfina Nunes Boaventura, presidente della Consulta delle Culture del Comune di Palermo.

Orlando ha ringraziato don Corrado «per avere, ancora una volta, contribuito a vedere il volto vero di Palermo, con quella straordinaria leggerezza, propria dell’armonia fra diversi; leggerezza che viene collegata a valori forti che hanno la capacità di farsi quotidiani e domestici, in contrapposizione alla pesantezza di valori deboli che diventano violenza, prevaricazione e disperazione. Oggi – ha continuato Orlando – siamo qui tutti insieme, in nome di un unico Dio, perché abbiamo in comune il bisogno della preghiera, della comunità e della pace». Il primo cittadino ha poi concluso il suo intervento, citando Giorgio La Pira, il quale - nel libro Le città sono vive - scriveva che “le città non sono un insieme di asfalto e di cemento; le città sono vive perché sono comunità di esseri umani”.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×