Chiudi ✖
15

Disagio sociale, appello degli Angeli della notte
«In crescita il numero dei senzatetto, aiutateci»

Stefania Brusca

Cronaca – Parla Giuseppe Li Vigni il vicepresidente di una delle associazioni che si occupa di distribuire pasti a decine di bisognosi in giro per la città: «Ci siamo rivolti al buon cuore della gente, ci auto-finanziamo e vorremmo rispondere sempre meglio alle necessità dei nostri fratelli che vivono in strada»

Cresce l'emergenza sociale a Palermo e l'associazione Angeli della Notte Onlus ha lanciato un appello ai cittadini e ristoratori per ricevere aiuto nella preparazione dei pasti che vengono distribuiti nel corso delle missioni notturne ai senzatetto.  «Cerchiamo persone o attività che possano aiutarci con la preparazione di una parte delle più di 100 porzioni di pasta che solitamente cuciniamo - spiega il vicepresidente dell'associazione Giuseppe Li Vigni - negli ultimi tempi abbiamo registrato un aumento delle richieste da parte dei nostri fratelli che vivono per strada e quindi cerchiamo di fare quanto possibile per soddisfare i loro bisogni». Lo scopo dell'associazione, spiega ancora Li Vigni, è quello di cercare di tirare fuori i bisognosi dalla situazione di disagio sociale, ma per il momento «si sta verificando una presenza un po' più significativa di senzatetto per strada. Per questo ci siamo rivolti al buon cuore della gente, visto che noi ci autofinanziamo e vorremmo rendere un servizio sempre migliore».  

Nel post su Facebook in cui si avanza la richiesta di aiuto, l'associazione spiega che «basterebbe proporre la propria disponibilità per quindici porzioni di pasta per essere già di grande aiuto ai volontari dell'associazione angeli della notte». Per farlo non serve elaborare preparazioni complesse. Va benissimo - riferiscono - cucinare della semplice pasta con piselli, o patate, o verdure, al pomodoro. Nel messaggio affidato ai social sono inserite anche le zone di riferimento più vicine ai gruppi che necessitano aiuto: stazione Centrale, via Roma e limitrofe, Corso dei mille e dintorni, via Maqueda, San Domenico, Cala e Romagnolo. 

«Abbiamo ricevuto già un buon riscontro - aggiunge ancora Li Vigni - le persone sono state molto generose e vogliamo ringraziarle per quanto stanno facendo. Alcune signore si sono messe a disposizione, ci preparano le vaschette con la pasta. Anche qualche ristoratore ha risposto positivamente al nostro appello anche se in misura minore». I commenti al post, che ha avuto anche diverse condivisioni, raccontano del volto solidale di Palermo. Sono tanti quelli che si dicono disposti ad offrire il loro aiuto. «Ho un lavoro e due bimbi ma voglio aiutarvi», oppure «la mia attività è pienamente disponibile». Per informazioni l'associazione fa sapere che chi è interessato può contattarla privatamente, anche tramite messaggio su Facebook.