Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Speciale Elezioni 2018 - Ballottaggio

Edizione Palermo

Cinisi, finito il corteo caos e accuse al sindaco
«Fa campagna elettorale sul nome di Peppino»

Alla fine della lunga marcia che ha condotto le migliaia di persone che oggi hanno ricordato Peppino Impastato dalla sede di Radio Aut a Terrasini fino a Casa Memoria in corso Umberto scoppia il caos: polemiche fra il sindaco Palazzolo e i compagni dell'attivista. Guarda il video

Foto di: Silvia Buffa

Foto di: Silvia Buffa

«La vera antimafia la fa Giovanni Impastato, non voi che fate solo le indianate e cercate visibilità». Il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo non si tiene: urla contro alcuni storici compagni di Peppino Impastato, fra tutti Carlo Bommarito, presidente dell'associazione dedicata all'attivista ucciso. Proprio quest'ultimo, durante il suo discorso finale dal balcone di Casa Memoria solo pochi minuti prima, aveva aspramente criticato la decisione del primo cittadino, che con una recente delibera ha deciso di togliere alcuni spazi di Casa Badalamenti che erano stati destinati alle attività culturali dei compagni e dell'associazione. «Voi non avete mai fatto niente, nessuna attività, quindi non vi meritate nessuno spazio di questa casa», ha ribadito Palazzolo, rincarando la dose.

«Non è lei che fa antimafia, lei sta solo facendo campagna elettorale sul nome di Peppino», urla per tutta risposta Bommarito. Paonazzo in volto e fortemente agitato, continua a scagliarsi contro il sindaco e i due arrivano a pochi metri di distanza, sfogandosi vicendevolmente. Mentre in strada si riversano i compagni dell'associazione, alimentando il caos e urlando a loro volta. In strada passanti e manifestanti restano interdetti a guardare la scena, unica nota negativa di una giornata fino a quel momento intensa e bellissima.

«Non riuscirà a metterci contro Giovanni - dice un compagno - Noi lo rispettiamo». Qualcuno prova a mettersi in mezzo per salvare la situazione e placare gli animi: «Parlate nelle sedi giuste», ma sono parole che restano inascoltate. «Non è più tempo di moderazione», urlano ancora i compagni di Impastato. Il sindaco però lascia cadere nel vuoto e si allontana verso Casa Badalamenti, dove proprio adesso si sta ufficialmente inaugurando la biblioteca comunale

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×