Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Cimitero dei Rotoli, riaperta l’area interdetta
Orlando: «Oggi resurrezione di questo luogo»

Il primo cittadino ha ufficialmente tagliato il nastro e strappato il cartello di divieto che limitava un'area superiore del camposanto di Vergine Maria. «Abbiamo rispettato un impegno preso anni fa, lo dovevamo ai defunti e soprattutto ai loro familiari, che adesso potranno continuare a venire qui senza correre rischi». Guarda le foto

Silvia Buffa

Foto di: Silvia Buffa

Foto di: Silvia Buffa

«Una riapertura quasi totale, un modo per uscire dall’emergenza del cimitero dei Rotoli». Con questo parole il sindaco Leoluca Orlando ha rotto il nastro e strappato il cartello di divieto di una parte interdetta del camposanto di Vergine Maria, chiusa da nove anni. Insieme a lui anche il vice sindaco Emilio Arcuri e l’assessore ai Servizi cimiteriali Giusto Catania. Buona parte dell’area superiore, che si trova proprio sotto il costone roccioso di Monte Pellegrino, era stata delimitata da sbarre di sicurezza e cartelli perché fortemente danneggiata dalla caduta di alcuni massi. Episodi che nel tempo si sono ripetuti più volte e che hanno reso questa zona fortemente a rischio. Tuttavia, parenti e familiari dei defunti hanno continuato imperterriti a valicare le sbarre per andare a trovare i propri cari.

«Finalmente si conclude un impegno dell’amministrazione comunale, che subito appena insediata ha dovuto fare i conti con quest’area inibita», spiega il primo cittadino, che aggiunge: «Abbiamo mantenuto gli impegni, passando attraverso tutte le fasi necessarie per realizzare un cimitero accessibile, prova del nostro rispetto per i defunti e per i familiari soprattutto». Con questa riapertura ufficialmente inaugurata questa mattina si sono resi disponibili 1200 posti in più. Ma in totale sarebbero addirittura tremila quelli pronti per le inumazioni: «Con il coinvolgimento di altre aree siamo a più del doppio dei posti disponibili, che permettono a quesot luogo di uscire da ogni emergenza del passato - precisa ancora Orlando - Questa è la resurrezione del cimitero e avviene anche in un giorno simbolico come quello di oggi».

Presente sull’area riaperta anche Cosimo De Roberto, responsabile per il Comune degli impianti cimiteriali: «In circa due o tre mesi dovremmo organizzare tutto - spiega - Qui era tutto foresta e adesso è molto più sistemato, ma bisognerà lavorare la terra». Intanto in sala Bonanno ad attendere ci sono oltre 140 salme, ma non tutte potranno trovare riposo nell’area oggi inaugurata, ma solo quelle senza zinco. Il costo totale dei lavori ammonta a circa 5milioni di euro. Al seguito di sindaco e assessori anche il parroco del cimitero, Piero Furnari, che ha venedetto il luogo e tutti coloro che si sono resi artefici, con energia e impegno, della sua riapertura.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×