Chiudi ✖
15

Pasqua a Palermo, si punta sulla cultura
Tantissimi gli appuntamenti fino a lunedì

Andrea Turco

Cultura e spettacoli – Per chi sceglie di rimanere in città sono numerosissimi gli eventi a cui poter partecipare: videomapping a piazza Pretoria, musei aperti e itinerari. Ballarò si conferma cuore pulsante dell'offerta culturale. Spazio anche a incontri senza legami diretti con la ricorrenza religiosa

È un weekend lungo, che comprende anche il lunedì di Pasquetta, e ricco di eventi quello che si prospetta a Palermo. Sono tanti gli appuntamenti previsti per chi, volente o nolente, rimarrà in città. E ancora una volta il capoluogo siciliano sembra confermare la volontà di puntare sulla cultura. Da ieri e fino al 15 aprile a Palazzo Pretoria è possibile assistere allo spettacolo di videomapping Rinasce Palermo: una proiezione curata da OddAgency, agenzia di comunicazione integrata, e che agli effetti di luce, suoni e colori accompagna una vera e propria narrazione resa mediante la modellazione 3D e la computer grafica.

La Galleria d'Arte Moderna conferma anche quest'anno l'apertura durante i giorni di Pasqua e Pasquetta, al consueto orario (dalle 9.30 alle 18.30) e alle consuete tariffe. La novità consiste nella possibilità di poter visitare, oltre alla  collezione permanente di dipinti e sculture dell'Ottocento e del Novecento, anche la mostra Une île à soi di Anne Clémence De Grolée: un racconto della Sicilia attraverso installazioni, opere grafiche, fotografie e sculture. Spostandosi di pochi passi, il monastero di Santa Caterina in piazza Bellini sarà aperto domani dalle 10 alle 19, poi anche nei giorni di Pasqua dalle 10 alle 13 e a Pasquetta dalle 10 alle 19. Un successo annunciato, visto che solamente lo scorso weekend il monastero ha registrato 4.400 visitatori. 

Non mancano poi le tappe tradizionali dei credenti, che il Comune ha raccolto in un'apposita pagina in cui sono elencate le celebrazioni della settimana santa alla Cattedrale e la mappa delle confraternite storiche. La parte più attiva è sicuramente quella della cooperativa turistica Terradamare che per questi giorni organizza e segnala numerose iniziative. Oggi e domani sarà possibile godere delle aperture festive della Torre di San Nicolò, da dove è possibile godere uno spettacolo mozzafiato sull'Albergheria e più in generale sulla città. Il ticket previsto è di 2 euro e 50. Giorno 15 si svolge poi «l'itinerario tra le botteghe di Ballarò, per conoscere chi lavora all’interno del mercato storico e le loro storie e degustare i loro prodotti tipici». Ma il quartiere del centro storico offrirà ancora altro. Sempre domani, alle 18, lo spettacolo itinerante Pasolini a Ballarò farà tappa nelle piazze del quartiere storico per creare un momento di aggregazione, in cui saranno gli stessi residente a recitare, diretti dal cuntista Salvo Piparo. A seguire Circ'Opificio, in sinergia con Ballarò Buskers e SOS Ballarò, presenta a piazza Mediterraneo uno spettacolo di fuoco adatto a famiglie e ragazzi.  L’evento fa parte di una serie di appuntamenti che precedono la seconda edizione del Ballarò Buskers Festival, che verrà presentato il 30 aprile.

E poi ancora gli eventi slegati dalle festività. Oggi alle ore 19 l'aperitivo di autofinanziamento del Palermo Pride allo Steampub, alle 21 al cinema De Seta la proiezione del film Gli amori di una bionda (il film che fece conoscere il talento del regista Milos Forman, poi autore di pellicole celebri come Qualcuno volò sul nido del cuculo, Hair e Amadeus), oppure l'esibizione della band Tamunia al Mercato di Sanlorenzo. Mentre domani si può scegliere tra lo Slam Poetry tour (organizzato dall'associazione Miscelarti e che farà tappa al Pyc), il ritorno della storica band dei Mezz Gacano al Rocket, o la presentazione al teatro Montevergini del fumetto Benvenuti a Lalaland volume 2 di Lucio Passalacqua.