Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

San Giuseppe, decine le vampe in strada
Fiamme alte e insulti a polizia e pompieri

Una trentina gli interventi delle forze dell'ordine, impegnate come ogni anno a spegnere i roghi votivi improvvisati su strade e piazze cittadine. Da Brancaccio alla Guadagna, da via Mosca alla Kalsa, ancora una volta si è perpetrata la tradizione. Orlando: «Attacchi inaccettabili»

Redazione

Foto di: Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

Come ogni anno anche ieri sera è andata in scena la tradizione delle vampe di San Giuseppe, con cataste di legname, mobili, porte, talvolta rifiuti, accumulati al centro di piazze e strade e trasformati in una pira ardente per la gioia di parte della gente del quartiere. E come ogni anno polizia e vigili del fuoco, una volta intervenuti per spegnere i roghi, spesso improvvisati in prossimità di abitazioni, luoghi pubblici o in mezzo alla strada, dove le fiamme distruggono anche l'asfalto, sono stati oggetto di insulti e lanci di oggetti.

Le vampe spente questa notte sono una trentina. Gli interventi più complicati per agenti e pompieri sono stati la Kalsa, via Messina Marine, la Guadagna e via Re Federico, dove le proteste contro lo spegnimento della vampa sono state più veementi, tanto da rischiare lo scontro. Altri roghi sono state spente in via Colonna Rotta, in via Mosca, piazza del Carmine, via Mongitore e a Brancaccio. 

Arriva la dichiarazione del sindaco Orlando sugli attacchi subiti dalle forze dell'ordine: «Oltre ad esprimere la mia più totale solidarietà a coloro che, mentre intervenivano per garantire la sicurezza dei cittadini, sono stati vittime di vergognosi attacchi, non posso che condannare quei comportamenti che nulla hanno a che vedere con la festa e con la tradizione religiosa. Accanto alla repressione e alla prevenzione occorre quindi che tutti, dalle istituzioni, alla scuola e alla chiesa, lavorino per un vero cambiamento culturale, grazie al quale la festa sia tale e non sia occasione per illegalità e violenza gratuita».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×