Chiudi ✖
15

Sigur Rós, lo sguardo oltre la musica
Storia della band islandese in un libro

Redazione

Cultura e spettacoli – Scritto dal catanese Carmelo Lombardo, Il testo sarà presentato oggi alla Fabbrica 102. Diviso in quattro parti, ripercorre la formazione del gruppo, l'uso del volenska, lingua inventata da loro, e il concept album Valtari

Sigur Rós. Lo sguardo oltre la musica, scritto da Carmelo Lombardo ed edito da Villaggi Maori edizioni, si propone, nella prima e seconda parte, di raccontare la storia della band islandese attraverso il volenska, lingua creata dai componenti della stessa band. La terza parte del testo mette a fuoco il concept album Valtari, pubblicato nel 2012, da cui nasce il progetto “The Valtari Mistery Film Experiment”. La quarta e ultima parte riflette sul post-rock, genere musicale che, per le proprie caratteristiche, ben si presta alle melodie e alle immagini dei Sigur Rós, caratterizzate dalla naturalezza con cui si coniugano atmosfere eteree con tortuose impennate e dotate di forte impatto emotivo.

Il libro sarà presentato stasera alla Fabbrica 102 di via Monteleone 32 a partire dalle 19. I Sigur Rós, band islandese post-rock scoperta da Björk nel 1994, miscelano musica e immaginazione, andando oltre la partitura e approdando a linguaggi innovativi e multimediali. Paesaggi nordici, melodie intime e simbologia: fusione di elementi in cui la musica diventa visione ed emozione. Il libro ripercorre la storia della videoarte attraverso gli album dei Sigur Rós. Tappa fondamentale, i videoclip del concept album Valtari: natura, fantasia, postmoderno scorrono tra chitarre psichedeliche e percussioni frenetiche. Un viaggio lontano. Uno sguardo oltre la musica.

Carmelo Lombardo nasce a Catania nel 1992. Dopo aver intrapreso gli studi accademici che lo hanno portato a conseguire la Laurea in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Catania, lavora principalmente come regista, scenografo e videomaker, collaborando con alcuni teatri promotori di cultura. Appassionato di semiotica e videoarte, svolge attualmente attività di ricerca che hanno come oggetto linguaggi multimediali e nuovi percorsi artistici.