A Filippo Lo Iacono il premio Artista dell'anno 2015
Un palermitano tra grandi nomi internazionali

Eugenia Nicolosi

Cultura e spettacoli – L'edizione 2015, organizzata da Artexpò Gallery in collaborazione con Biancoscuro e con il patrocinio della città di Cesenatico, è andata alla tela "Porto di Isola delle Femmine". Il riconoscimento biennale è assegnato ad artisti che operano sul mercato in tutto il mondo

È Filippo Lo Iacono il vincitore dell'edizione 2015 del premio "Artista dell'Anno", riconoscimento biennale conferito ad  artisti che operano sul mercato internazionale delle arti visive. Artexpò Gallery in collaborazione con Biancoscuro e con il patrocinio della città di Cesenatico hanno selezionato artisti di diverse nazionalità per invitarli alla premiazione. Dopo boom ottenuto con la personale a Villa Niscemi, lo scorso giugno, dal titolo "Emozioni mediterranee, sulle tracce di Goethe", Lo Iacono incassa un nuovo successo. Palermitano, gettonatissimo da critica e stampa, Lo Iacono trae ispirazione dall'omonimo grande maestro che ha caratterizzato la pittura siciliana a cavallo tra 800 e 900.

La tela vincitrice è stata Porto di Isola delle Femmine. La sua poetica è palpabile sia nel ritratto che nel paesaggio, andando oltre l'immagine e discostandosi dalle più recenti correnti pittoriche dell'arte concettuale. Lo Iacono ricalca la tradizione dei toni accesi siciliani con l'emozione contemporanea. Amante della luce e dei forti contrasti, cerca il volume e la tridimensionalità nella creazione di tele ispirate e ispiranti.

A Villa Niscemi nei mesi scorsi ha portato le sue «Emozioni mediterranee». Una serie di tele ispirate ai viaggi in Sicilia del poeta e scrittore Johann Wolfgang von Goethe. Marine, borghi, ville e chiostri, ma anche donne/madonne. Lo Iacono arricchisce di tinte mediterranee le ombre e lo scintillio dell'acqua di mare, tra l'onirico e il reale. Il paesaggio palermitano viene rivisitato e ricomposto secondo le sfumature particolari dell'io profondo dell'artista. 

«Essere giudicato meritevole di tale riconoscimento da una giuria internazionale - racconta Filippo Lo Iacono a MeridioNews -  è stato emozionante. Mi sono sentito parte del più ampio scenario artistico. A partecipare al premio c'erano artisti provenienti dalla Polonia, dalla Francia, Spagna o Guatemala, personaggi presenti da tanti anni nel circuito internazionale delle gallerie. Io sono uno degli ultimi arrivati. Sta accadendo tutto molto velocemente, ma è un'ascesa - conclude -. Spero di esporre a Palazzo Ziino quanto prima, attendo risposta per settembre».