E adesso spogliati/ Il regalo di Monti alle banche: niente Imu per le loro Fondazioni

Redazione

– Per chi avesse ancora qualche dubbio, il governo monti si riconferma sempre più 'vicino' alle banche e lontano dai cittadini.

Per chi avesse ancora qualche dubbio, il governo Monti si riconferma sempre più 'vicino' alle banche e lontano dai cittadini.
A quanto pare, infatti, gli 'scienziati' di Palazzo Chigi, stanno pensando di esentare,dal pagamento dell'Imu (la nuova versione dell'Ici), niente poco di meno che: le Fondazioni ba
ncarie.
"I tecnici" del governo Monti sostengono che "le Fondazioni bancarie sono associazioni no-profit". E quindi, non è giusto, vessarle con quest'altro fardello. Poverine!
Peccato che, come gli fa notare Mario Sechi, direttore de Il Tempo, le Fondazioni siano azioniste delle banche. Insomma, qualche soldo, si presume lo vedano. Altro che no profit. Sechi ha lanciato una campagna contro quest'altra bravata del governo. E, giustamente osserva: "Si sta pensando di farla pagare alle organizzazioni della Chiesa, che certamente svolgono attività no profit, e non si vuole imporla alle Fondazioni bancarie": Insomma, a che gioco giochiamo? Il tutto mentre si preparano a stordire l'Italia con la batosta dell'annientamento dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. La 'riforma del mercato del lavoro' la chiamano loro.

Commenti  

Cronaca 

Politica 

Economia 

Formazione e lavoro 

Cultura e spettacoli 

Sport